Serie A, le pagelle di Torino-Juve: Higuain svolta, de Ligt da leader

La Juventus vince il derby e torna in testa al campionato. Decide un gol di de Ligt nella ripresa, ma Sarri è decisivo nella lettura e nei cambi. Toro volenteroso, ma non basta.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Juventus vince il derby della Mole e torna in vetta alla classifica di Serie A. Gara molto tattica, i granata però la interpretano bene con quell'atteggiamento che sicuramente non s'era visto mercoledì nel tracollo contro la Lazio. La squadra di Mazzarri chiede un rigore per un fallo di mano di de Ligt in area, ma Doveri giudica il braccio dell'olandese attaccato al corpo e il VAR conferma. Ma i due squilli più interessanti nella prima mezzora sono firmati Cristiano Ronaldo che di testa prima e di destro poi non trova però lo specchio della porta difeso da Sirigu. Il portiere del Torino deve sporcarsi i guantoni per la prima volta al 31' su Dybala che conclude col mancino dopo una percussione centrale.

Il Torino riesce a sfondare soprattutto dalla parte di De Sciglio, Belotti se ne va e trova Meite che però da buona posizione tira alto. La Juve si fa molto pericolosa nel finale di tempo con i due centrali: Bonucci stacca sulla punizione dalla sinistra di Pjanic, ma Sirigu devia in angolo. L'estremo difensore del Toro si ripete, poco dopo, su de Ligt che tocca il cross teso di Ronaldo e ci vuole un riflesso da campione per levare la palla dalla porta. Inizio di ripresa spezzettato, con tanti interventi anche dell'arbitro Doveri che si prende gli improperi juventini per un mancato fischio al limite dell'area per un fallo di Rincon su Cuadrado. Juve che torna a farsi vedere pericolosamente con lo scambio Dybala-Ronaldo, tiro del portoghese e altro intervento super di Salvatore Sirigu.

Sarri toglie la Joya e butta nella mischia Higuain. Dentro anche Ramsey per uno spento Bernardeschi. Scintille in campo tra Izzo e Ronaldo, ma l'arbitro non prende provvedimenti. Bianconeri a un passo dal vantaggio con una girata fantastica di Higauin e Toro salvato da un'altra parata fantastica di Sirigu che però deve capitolare sul corner successivo: il Pipita fa sponda per de Ligt che corona un'ottima prestazione conil suo primo gol in Serie A. La rete subita scuote il Toro che si riversa in avanti e sfiora il pari con Ansaldi sul quale è molto bravo Szcezsny. Mazzarri si gioca la carta Zaza e l'attaccante è subito in area, ma non riesce a servire Belotti nell'area piccola. La Juve cestina un paio di contropiedi potenzialmente letali per il Toro che però rimane vivo e ci prova fino all'ultimo dei cinque minuti di recupero e illude il proprio pubblico col gol in offside (di almeno un metro e mezzo) di Bremer. È l'ultimo sussulto di un match intenso, duro, tirato e che la Juve porta a casa tornando in vetta alla classifica. Per i granata, invece, terza sconfitta nelle ultime quattro. 

Serie A, Bonucci e Belotti in azione
Serie A, le pagelle di Torino-Juve

Serie A, le pagelle di Torino-Juventus

Torino (3-5-2): Sirigu 7; Izzo 6, Lyanco 6, Bremer 5,5; Ola Aina 6, Baselli 6 (84' Millico sv), Rincon 6,5 (73' Zaza sv), Meité 5, Ansaldi 6; Verdi 5 (79' Lukic sv), Belotti 6,5. All. Mazzarri 6

Juventus (4-3-1-2): Szczesny 6,5; Cuadrado 6,5, Bonucci 6,5, de Ligt 7, De Sciglio 6; Bentancur 6,5 (75' Khedira sv), Pjanic 6,5, Matuidi 6; Bernardeschi 5 (66' Ramsey 6,5); Dybala 6 (59' Higuain 7), Cristiano Ronaldo 6. All. Sarri 7

I migliori

Higuain 7

Entra e rende la Juve letale. Il Pipita dà un peso diverso all'attacco, occupa l'area in altro modo rispetto agli altri attaccanti a disposizione di Sarri. La girata che porta all'angolo del vantaggio è un spot per il calcio, poi è altruista e intelligente nella sponda per de Ligt. C'è sempre, sembra anche un riferimento sicuro per i compagni. Per distacco il miglior giocatore offensivo della Juve in questa serata.

de Ligt 7

Eccolo il gigante. Quello ammirato con l'Ajax e la nazionale olandese. Gioca una partita attenta, sfoggia sicurezza, personalità, accetta il corpo a corpo e non molla un centimetro. Chiusure puntuali, letture azzeccate, da centrale dominante. Si spinge in avanti e sfiora il gol nel primo tempo, lo trova nella ripresa: una gioia meritata, la prima in bianconero in una partita speciale. Lui che ai gol, ad Amsterdam, era abituato. 

Sirigu 7

Sfodera grandi parate a ripetizione, quella su de Ligt nel primo tempo e poi su Ronaldo e Higuain nella ripresa. In una partita comunque equilibrata, la Juve ha le occasioni più nitide e lui le annulla quasi tutte. Non può nulla sulla girata dell'olandese, sarebbe stato impossibile intervenire. Ma se il Toro è in partita fino al 95' è per la maggior parte merito del suo portiere. 

I peggiori

Bernardeschi 5

La sua partita è poco o nulla. Fluttua tra le linee senza però dare mai un apporto importante alla manovra bianconera. Spunti davvero pochi, errori troppi per quella che è la sua caratura tecnica. Il film è già visto, in questa posizione fatica, non s'è ancora calato nei panni del trequartista. 

Meité 5

Ha una buona chance nel primo tempo dopo una grande percussione di Belotti, ma calcia con sufficienza, quasi come se stesse giocando con gli amici di lunedì sera. Dei tre di centrocampo è il più in difficoltà, fatica a trovare le misure sugli avversari e gli va bene che dalla sua parte c'è Matuidi che ha compiti più difensivi di Bentancur. Copre male la sua zona anche in occasione dell'angolo che porta al vantaggio Juve e da lì Higuain mette in mezzo l'assist per de Ligt. Ci mette fisico, ma perde una miriade di palloni. 

Verdi 5

Non è in condizione - dicono Cairo e Mazzarri - colpa di una stagione, quella scorsa, con pochi minuti giocati. È arrugginito l'ex Bologna, si vede lontano un miglio, ma pare anche un po' sfiduciato, quasi intristito. Non ne azzecca una, gioca solo di fioretto, con timidezza, in una partita in cui invece servirebbe tutt'altro. Non è il valore aggiunto che il Toro si aspettava. Almeno al momento.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.