Pioli: "Battere la Lazio per la svolta. Crediamo alla Champions"

Il tecnico dei rossoneri parla ai microfoni di SkySport prima della partita con i biancocelesti: "Suso è il segnale di una squadra che vuole crescere e migliorare".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Niente conferenza, per presentare la partita di Serie A tra il suo Milan e la Lazio, Stefano Pioli si è affidato all'intervista di SkySport. Lì l'allenatore rossonero ha parlato dell'imminente impegno contro il suo passato, un'occasione per dare un segnale forte al campionato e dimostrare che anche il Milan sia in corsa per un posto nella prossima Champions League:

Bisogna crederci, se credi a una cosa diventa possibile e se ci credi ti impegni giorno e notte per raggiungerla. Questo è l'atteggiamento che dobbiamo avere e a fine stagione tireremo le somme, ma bisogna crederci e dimostrare di essere squadra dall'inizio alla fine. Il Milan, quando è squadra, può giocarsela con tutti. I risultati fanno la differenza e cambiano tutto, dobbiamo fare di tutto per ottenere risultati positivi. La Lazio è una squadra molto forte, con i primi undici se la può giocare con chiunque, unisce fisicità e qualità. Noi dobbiamo rispondere con fisicità, anche se ne abbiamo di meno, ed ovviamente qualità. Non si può pensare di vincere soltanto giocando sporco, dobbiamo metterci tanta qualità.

Serie A, Pioli prima di Milan-Lazio

La partita di Serie A con la Lazio è solo la prima tappa di un trittico di partite a dir poco impegnativo, che vedrà il Milan affrontare una dopo l'altra anche Juventus e Napoli. Un filotto di match che potrebbe segnare un momento cruciale per la stagione dei rossoneri. La squadra di Pioli arriva a questo appuntamento dopo aver trovato la prima vittoria, grazie al gol di Suso che ha deciso la sfida con la Spal di due giorni fa:

Quello che ha fatto Suso è il segnale di una squadra che vuole provare a svoltare, crescere e migliorare. Non conta chi gioca ma conta dare il massimo, anche se si entra dalla panchina. Il nostro obiettivo è giocare da squadra. La formazione? Qualche acciacco l'abbiamo avuto ieri ma l'allenamento di oggi ci aiuterà a capire chi giocherà. Paquetà? Cerco di mettere i giocatori nelle migliori condizioni per esprimere al meglio qualità e potenzialità, all'interno del contesto di squadra. Mi adatto molto alle caratteristiche dei loro giocatori, cerco di metterli sempre nelle condizioni di giocare al meglio.

Per Pioli non è paragonabile la sua attuale situazione al Milan con quella trovata nella sua esperienza alla Lazio:

Le situazioni e le dinamiche cambiano, alla Lazio iniziai dal ritiro estivo, qui non è stato così. La Lazio non partì con determinate ambizioni, mentre al Milan giustamente ci sono. Siamo all'inizio, il Milan può diventare bello come fu la Lazio in quella stagione, ma siamo solo all'inizio del percorso. Battere una squadra molto forte aumenterebbe la convinzione e la consapevolezza delle proprie qualità. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.