Napoli, ricorso d'urgenza per annullare la squalifica di Ancelotti

Il tecnico degli azzurri vuole provare a essere in panchina nella sfida di domani contro la Roma allo Stadio Olimpico.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Napoli non ci sta, dopo la telefonata del patron Aurelio De Laurentiis al presidente della Figc Gravina per chiedere rispetto, adesso il club azzurro ha inoltrato formalmente anche il ricorso d'urgenza per tentare di avere Carlo Ancelotti in panchina per la sfida di Serie A in programma domani allo Stadio Olimpico conto la Roma.

L'allenatore del Napoli era stato espulso dall'arbitro Giacomelli per proteste dopo l'episodio del calcio di rigore non fischiato in occasione dell'ultima partita di Serie A disputata al San Paolo contro l'Atalanta.

Il contatto tra Llorente e Kjaer in area di rigore non era stato valutato tale da assegnare il penalty dal direttore di gara e sul ribaltamento dell'azione i nerazzurri sono riusciti a segnare la rete del 2-2 finale con Josip Ilicic, alimentando ancora di più le proteste del Napoli. A farne le spese è stato proprio l'allenatore Carlo Ancelotti, che per questo motivo dovrà guardare dalla tribuna dell'Olimpico il prossimo match contro la Roma. A meno che non venga accettato il ricorso d'urgenza appena presentato dal club: il Napoli ha provato davvero il tutto per tutto per cercare di avere il suo tecnico regolarmente in panchina.

Serie A, squalifica Ancelotti: ricorso d'urgenza del Napoli

Sull'argomento si è esposto anche il ds Cristiano Giuntoli a Radio Kiss Kiss: 

Io e Ancelotti calmavamo i giocatori per finire la partita, non esiste dare un rosso a chi è così collaborativo. La spiegazione è stata: dovevo fare qualcosa perché c'era troppo casino. Nel calcio italiano c'è mancanza di personalità da parte degli arbitri, non sappiamo più chi arbitra, se gli arbitri, il VAR, i guardalinee che non alzano mai la bandierina, neanche di fronte a fuorigioco evidenti, per non prendersi responsabilità. Noi vogliamo chiarezza, dobbiamo essere rispettati

E ancora:

Il popolo napoletano deve essere rispettato, così come la società per i bilanci a posto e la proposta tecnica di questi anni. Non possiamo vedere ogni partita falsata, non importa se a favore o sfavore. Noi non vogliamo aiuti, ma solo chiarezza. Non so perché non l'abbia rivista,  è quello che gli abbiamo chiesto. In 5 anni non è mai successo, quindi ci sarà un motivo. Mi rifaccio alle parole di Gasperini che dice che dal vivo era rigore, tu fischialo e poi lo rivedi. Il difensore dell'Atalanta si scaglia contro Llorente che si è difeso, altrimenti sarebbe stato investito sulla faccia. Il rigore è netto, dal fotogramma sembra fallo ma perché non c'è prospettiva. Al VAR ci deve essere chi ha giocato al calcio che capisce le dinamiche.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.