Cristiano Ronaldo, un gol per un altro record: ma i numeri sono in calo

Il portoghese ha segnato 29 reti nell'anno solare, dal 2006 non è mai andato sotto quota 30. Rispetto al 2018 però è crollato: statistiche peggiorate quasi del 50%.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una buona abitudine. E, in quanto tale, non va assolutamente persa. Cristiano Ronaldo, che è posseduto dalle statistiche (anche se in realtà è lui a possederle) lo sa bene. Lui ha sempre un numero da raggiungere. Dopo aver segnato il 700esimo gol in carriera contro l'Ucraina, è già arrivato a quota 702 grazie agli acuti con la Juventus. L'ultimo, arrivato in pieno recupero contro il Genoa, è il gol numero 29 del suo anno solare.

La sua prossima rete sarebbe (anzi, sarà...) la sua trentesima nel 2019. Quest'anno Cristiano Ronaldo ha abbassato la folle media gol che lo ha reso uno dei migliori giocatori della storia del calcio (colpa del cambio di campionato e dell'età che inevitabilmente avanza), ma è comunque a un passo da quota 30. Per lui sarebbe la tredicesima volta di fila. Numeri che nemmeno Lionel Messi ha mai raggiunto. 

Quello dei 30 gol (minimo) ad anno solare può sembrare un numero banale, una statistica come le altre, ma Cristiano Ronaldo ci tiene. Esattamente come a tutto quel che gli riguarda. Lo ha confermato lui stesso durante una recente intervista rilasciata a France Football:

A 19-20 anni ho capito che il calcio è fatto di numeri, titoli e record. Non solo prestazioni o dribbling. Se vuoi vincere devi segnare.

Cristiano Ronaldo esulta dopo il gol segnato contro il Genoa nell'ultima partita giocata
Cristiano Ronaldo esulta dopo il gol segnato contro il Genoa nell'ultima partita giocata

Cristiano Ronaldo, nuovo record a un passo. Ma è in calo...

Nel 2019 Cristiano Ronaldo ha segnato 19 gol in bianconero. Nel 2018 aveva chiuso con 43 centri solo con i club (fra Juventus e Real Madrid), più quelli in nazionale. Di fatto è il suo anno peggiore dai tempi di Manchester. Rispetto a quando giocava con lo United il portoghese è molto più concreto. Prima pensava quasi prevalentemente a fare giochi di gambe e a dribblare gli avversari. Poi ha capito che l'importante era segnare. Sempre e comunque. Al punto che dalla fascia si è spostato fino al cuore dell'area di rigore.

Vota anche tu!

Ti aspettavi di più da Cristiano Ronaldo in Italia?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Eppure Ronaldo è lontano dai suoi tempi migliori. Nel 2013, per esempio, ha chiuso l'anno solare con 69 gol (59 con il Real e 10 in nazionale). Il doppio di quanto ha fatto nel 2019. La prossima partita Ronaldo la giocherà contro il Torino. L'anno scorso riuscì a segnare sia all'andata che al ritorno. Basterebbe una rete per arrivare ancora una volta a quota 30 gol. E farlo per la tredicesima volta di fila. Perché le buone abitudini non vanno mai perse. E Ronaldo questo lo sa bene.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.