Galliani: "Il Milan era di Commisso. Col VAR avremmo più Scudetti"

L'ex dirigente rossonero: "L'accordo col presidente della Fiorentina era fatto ma Li non cedette il club. Con la tecnologia avremmo vinto nel 2012".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Le polemiche arbitrali si sono rimpossessate del calcio italiano, dopo la 10a giornata del campionato di Serie A che è stata caratterizzata da moltissimi episodi discussi soprattutto perché ora gli arbitri possono utilizzare l'ausilio tecnologico. Di questo e del Milan ha parlato Adriano Galliani.

L'ex dirigente della squadra rossonera è stato intercettato dai giornalisti a Firenze dopo una presentazione del libro "La coppa degli immortali" e le due dichiarazioni hanno spaziato su tutti gli argomenti senza dimenticare ovviamente quello della squadra che per anni è stata la sua.

Galliani ha infatti rivelato un retroscena di qualche estate fa che riguarda proprio il Milan: stando a quanto dichiarato dall'attuale dirigente del Monza, la società rossonera è stata a un passo dal diventare di proprietà di Rocco Commisso.

Il famoso gol non dato a Muntari
Galliani torna a parlare dello Scudetto 2012

Galliani: "Commisso fu a un passo dal Milan"

L'attuale presidente della Fiorentina aveva già accennato a questa situazione nella sua presentazione in Viola ma ora è arrivata la conferma di Galliani, che ha voluto anche fare i complimenti all'imprenditore italo-americano per il suo lavoro.

Mi dispiace perché era a un passo dal comprare il Milan, poi Yonghong Li ha deciso di non cedergli la società e non capisco perché. Poi dopo pochissimo è arrivato Elliot. La Fiorentina ha fatto un affare con lui come nuovo proprietario.

Alle domande sul Milan, Galliani non ha voluto rispondere ma sul tema dei rossoneri è arrivata una frecciata rispondendo a un quesito sul funzionamento della VAR. Strumento ben voluto dall'ex ad del Milan.

Va migliorato ma viva il VAR: se ci fosse stato ai tempi del gol di Muntari avremmo vinto lo Scudetto del 2012 e anche qualcuno negli anni successivi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.