Cassano: "Con Mazzarri fingevo di avere la febbre e stavo a casa"

Fantantonio parla dell'allenatore del Torino e si lascia scappare una confessione.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ospite come di consueto negli studi di Tiki Taka, Antonio Cassano ha parlato del suo ex allenatore Walter Mazzarri, oggi alla guida del Torino e reduce dal pesantissimo 4-0 rimediato contro la Lazio: 

Sicuramente per tre giorni non dormirà, sarà tesissimo e comincerà a parlare coi giocatori. Ma ormai che vuoi dire ai giocatori, c'è la Juventus adesso. Una cosa che non ho mai amato di lui è che guarda tanto gli avversari e gioca basandosi sul loro schieramento. Poi se c’è un po' di vento, un po' di pioggia, il campo in salita, insomma, un po' di alibi, se li prende e se li crea

Cassano ha proseguito così:

Tatticamente è molto bravo, un ottimo allenatore, però ho sempre detestato gli allenatori che giocavano sugli altri. La sua idea è sempre difendere e mai attaccare, è un ottimo allenatore ma immagino l’inferno che passeranno i giocatori in questi giorni perché starà a parlare per ore. Parlare con me? Ma io non ho nulla da dirgli, gli dico che ho la febbre e me ne sto a casa. Lo facevo spesso quando giocavo con lui

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.