Marchisio, notte di terrore: ladri armati fanno irruzione nella sua villa

L'ex giocatore della Juventus e sua moglie sono stati minacciati da quattro ladri armati che hanno fatto irruzione nella sua villa e li hanno costretti ad aprire la cassaforte.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Tanta, tantissima paura per Claudio Marchisio. Nella serata di ieri, verso le 19.30, l'ex giocatore della Juventus ha vissuto momenti di terrore. Il 33enne si trovava nella sua villa di Vinovo, nel Torinese, quando quattro persone hanno fatto irruzione in casa sua con il volto coperto e armate di pistola e cacciavite.

I malviventi, probabilmente italiani, hanno minacciato Marchisio e la moglie costringendoli ad aprire la cassaforte, poi sono scappati con una refurtiva composta da gioielli, denaro e orologi. Da quantificare ancora il valore del bottino, ma quel che conta è che nessuno sia rimasto ferito. 

Intanto in queste ore i carabinieri stanno analizzando le telecamere di sorveglianza della zona per capire come siano riusciti i ladri a entrare così facilmente in un complesso residenziale dotato di un sofisticatissimo sistema di videosorveglianza e il cui accesso è consentito solo tramite l'utilizzo di codici numerici. 

Le parole di Marchisio su Instagram

Su Instagram Marchisio ha scritto: 

Se entri nella casa di una persona per derubarla sei un delinquente. Se punti la pistola al volto di una donna sei un balordo. Se da una storia simile tutto quello che riesci a ricavarne è una battuta idiota sei un poveretto. A tutti gli altri un sentito grazie per la vicinanza

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.