Serie A, le pagelle di Brescia-Inter: Lukaku, una magia per la vetta

L'Inter vince al Rigamonti e torna in vetta al campionato (aspettando la Juventus). Lautaro e Lukaku decidono il match: inutile il gol di Bisoli.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'Inter soffre, ma passa a Brescia grazie ai gol dei soliti Lautaro e Lukaku. E aspettando la Juventus, torna in vetta alla Serie A. Parte meglio la squadra di Conte, più convinta nel proporre gioco, anche perché il Brescia -abituato a costruire da dietro- fatica a uscire e a eludere la pressione interista. L'Inter si appoggia soprattutto a destra, sfruttando l'ottimo momento di forma di Candreva, mentre si fa più fatica a a sinistra merito anche di un Sabelli molto aggressivo su Asamoah; il vantaggio, nel complesso meritato, arriva però con una buona dose di fortuna: Lautaro calcia da trenta metri, trova la deviazione decisiva di Cistana che fa impennare la sfera e taglia fuori Alfonso.

La rete subita sveglia il Brescia che nel finale di tempo è molto più convinto, trascinato da un ottimo Tonali, anche se dalle parti di Handanovic pericoli non se vedono. Nel finale uno screzio tra Tonali, Cistana e Gagliardini costa il giallo a questi ultimi. Il Brescia riparte con piglio diverso rispetto al primo tempo e va subito vicino al gol del pareggio con Balotelli che calcia dal limite e costringe Handanovic ad allungarsi per deviare in angolo. Poco dopo ancora Rondinelle a un passo dal pari: Donnarumma si gira e tira da posizione ravvicinata impegnando severamente il portiere nerazzurro.

Il Brescia è in pressione, mette alle corde l'Inter, spinge in modo forsennato, ma ha il difetto di non riuscire a concretizzare la propria superiorità e paga amaramente perché Lukaku s'inventa il gol del raddoppio con un sinistro a giro che non lascia scampo ad Alfonso. L'Inter ora trova campo in ripartenza e rischia di calare il tris con Lautaro che viene murato da Cistana, ma l'occasione più chiara capita a Balotelli che tutto solo, da due passi, schiaccia di testa ma Handanovic d'istinto respinge e poi il tap-in dell'ex Milan è incredibilmente alto.  Meriterebbe il gol la squadra di Corini e il gol arriva al 75' con Bisoli che sfonda a sinistra e anche grazie a un rimpallo riesce a battere Handanovic. Nel finale il Brescia si gioca anche le tre punte con Matri insieme a Donnarumma e Balotelli, ma l'Inter resiste e riesce a portare a casa una vittoria fondamentale e che - in attesa della Juve - la riporta in testa alla classifica. 

Serie A, Balotelli in azione
Serie A, le pagelle di Brescia-Inter

Serie A, le pagelle di Brescia-Inter

Brescia (3-5-2): Alfonso 6; Gastaldello 6 (67' Martella 6), Mangraviti 6 (75' Ndoj sv); Cistana 5,5; Sabelli 6,5, Bisoli 6,5, Tonali 6,5, Romulo 5,5 (86' Matri sv), Mateju 5,5; Balotelli 6, Donnarumma 5,5. All. Corini 6

Inter (3-5-2): Handanovic 6,5; Godin 6, De Vrij 6,5, Skriniar 6; Candreva 6,5, Gagliardini 5,5, Brozovic 5,5, Barella 6, Asamoah 5,5 (80' Biraghi sv); Lautaro 6,5, Lukaku 7 (86' Esposito sv). All. Conte 6,5

I migliori 

Lukaku 7

S'inventa il gol del raddoppio ed è un gol pesantissimo perché regala di fatto i tre punti all'Inter nel momento peggiore del match e forse uno dei più complicati di questa prima parte di stagione nerazzurra. Settimo sigillo in Serie A. In risposta alle critiche, eccessive, piovutegli addosso in queste settimane. I numeri sono dalla sua parte e l'intesa con Lautaro migliora di partita in partita. 

De Vrij 6,5

Guida la retroguardia con autorità e classe. Sta vivendo un momento di forma importante, lo conferma, tiene anche nei momenti più difficili, quando la barca interista sembra sul punto d'affondare nella tempesta bresciana d'inizio ripresa. Gioca corpo a corpo con Balotelli, un cliente non semplice, ma Stefan non molla un centimetro e lascia poco agli avversari. Su Donnarumma è dominante. In questo momento è il miglior difensore a disposizione di Conte. 

Sabelli 6,5

Spinge come un assatanato per tutta la partita. Aggressivo, volenteroso, un martello dalla sua parte. Non è un caso che l'Inter spinga sempre e solo a destra, merito di questo ragazzo che tiene a bada Asamoah e lo mette in grave difficoltà quando invece scende a dare manforte alla manovra offensiva dei suoi. 

I peggiori

Asamoah 5,5

In difficoltà, non è brillante come al solito, fatica perché da quella parte oltre allo scatenato Sabelli spesso scivola anche Bisoli che non è un cliente comodo. Non è preciso nei tempi d'uscita, sembra in affanno, non spinge come Candreva dall'altra parte, ma non è preciso nemmeno in fase difensiva. Non è la sua giornata. Biraghi fa meglio di lui nel finale. 

Mateju 5,5

S'impegna, ci mette buona volontà, questo è indubbio. Nel primo tempo fatica perché Candreva è scatenato e crea diversi grattacapi all'esterno ceco che ne patisce lo strapotere fisico. Dalla sua parte l'Inter sfonda diverse volte e anche nella ripresa i percoli maggiori arrivano da quella parte. Gol di Lukaku compreso. Finisce da difensore nell'assalto finale dei suoi. 

Donnarumma 5,5

Come per il compagno di squadra, non si può mettere in dubbio la voglia e la determinazione, ma il numero 9 del Brescia trova clienti scomodi come De Vrij e Skriniar nelle cui zone staziona più spesso e non riesce proprio a pungere. Patisce soprattutto fisicamente il confronto con gli avversari, mentre Balotelli almeno da questo punto di vista regge. Non fa male, solo un acuto a inizio ripresa, ma Handanovic gli dice no. 
 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.