Paletta verso il ritorno in Italia: si allena col Monza

Il difensore argentino si è svincolato dallo Jiangsu Suning e ora potrebbe tornare in Italia: si sta allenando col Monza di Brocchi.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Rinforzo in arrivo in casa Monza. Il club lombardo sta letteralmente volando nel Girone A di Serie C, dov'è primo in classifica a quota 29 punti (frutto di 9 vittorie, 2 pareggi e appena una sconfitta) a + 5 sul terzetto composto da Renate, Pontedera e Carrarese. Gran parte del merito è dell'allenatore Cristian Brocchi, che ora potrebbe vedere la sua rosa ulteriormente rinforzata. Come riportato da TMW, infatti, in questi giorni si sta allenando con i biancorossi l'ex Milan Gabriel Paletta, che si è svincolato dallo Jiangsu Suning. Classe 1986, 34 da compiere a febbraio, col club cinese l'italoargentino ha collezionato ben 40 presenze e ora vorrebbe rimettersi in discussione con il Monza. 

Monza, Galliani euforico: "Stiamo facendo un percorso virtuoso"

Se gli ottimi risultati sul campo sono frutto del lavoro di Brocchi, fuori dal prato verde c'è l'amministratore delegato Adriano Galliani che lavora per rendere la società di Berlusconi sempre più grande. Proprio Galliani rilasciato un'intervista a Tuttosport:

Devo ringraziare Silvio Berlusconi e Fininvest per aver immesso in poco più di un anno 14 milioni nel Monza per comprare il club, ammodernare lo stadio che non era agibile e mettere mano al centro sportivo, giocatori e costi di gestione. Abbiamo illuminato lo stadio con il nuovo impianto a led. Stiamo facendo un percorso virtuoso con una pianificazione a lungo termine. Per aumentare i ricavi in maniera significativa bisogna andare in B, dove gli introiti da diritti TV sono superiori. Io ho definito eroi i 60 presidenti di Serie C che tengono in piedi un sistema che è strutturalmente in perdita. Ho fatto il presidente della Lega A per tanti anni e posso dirlo con ragione di causa. La Serie C dovrebbe avere un semiprofessionismo. Occorrerebbe rendere virtuosi i costi dei contributi, dirottandoli negli investimenti per infrastrutture, ma alla fine la politica questo progetto l'ha bocciato. Il sistema genera un mare di perdite e infatti nel passato abbiamo vissuto un sacco di fallimenti. I costi sono stroppo elevati, servono proprietari che mettano denaro

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.