Trost si allena con Vanzillotta, Gibilisco guida tecnica di Stecchi

Cambi di guida tecnica per i due atleti azzurri

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La medaglia di bronzo dei Mondiali indoor Alessia Trost cambia guida tecnica e passa da Marco Tamberi a Roberto Vanzillotta, Presidente della GEAS e tecnico di lungo corso che ha allenato i saltatori in alto Alessandra Fossati, Luca Zampieri e Chara Vitobello e il quattrocentista Stefano Malinverni.

Trost si allenerà al Campo Sportivo Pino Dordoni di Sesto San Giovanni vicino a Milano.

Giuseppe Gibilisco diventa il coach  di Claudio Stecchi, finalista agli ultimi Mondiali di Doha nel salto con l’asta con 5.70m. Il campione del mondo di Parigi 2003 ha già lavorato nello staff tecnico di Stecchi al fianco di Riccardo Calcini e di Enzo Brichese. Calcini è diventato allenatore di Simone Cairoli, decimo nel decathlon agli ultimi Europei di Berlino.

Mondiali militari: Nowicki vince l’oro nel lancio del martello

Il polacco Wojchech Nowicki ha vinto il lancio del martello con 77.38m nell’ultima giornata dei Campionati del mondo militari di Wuhan. Cinque dei sei lanci sono stati migliori rispetto alla misura del secondo classificato Yevgeniy Karotowskiy (75.26m).

Il salto triplo maschile è stata una delle gare più incerte dell’intera rassegna in terra cinese. Il cinese Zhu Yaming (campione asiatico nel 2017) ha vinto la gara con 17.09m battendo con la stessa misura dello slovacco Tomas Vaszelka. L’algerino Yasser Mohamed Triki ha vinto la seconda medaglia di bronzo di questa rassegna con 17.08m precedendo il russo Dmitry Sorokin (17.03m). La staffetta 4x400 polacca composta da Anna Kielbasinska, Malgorzata Holub, Joanna Linkiewicz e Justyna Swiety Ersetic ha conquistato la medaglia d’oro in 3’27”84 davanti alla Russia (3’28”09). Il Barhein ha conquistato il successo nella staffetta 4x400 maschile in 3’06”20 precedendo di sedici centesimi di secondo la Polonia.

Il mezzofondo ha fatto registrare i successi del polacco Michal Rozmys sui 1500 metri in 3’46”33, di Birhanu Balew sui 5000 metri in 14’08”99 davanti al tedesco Amanal Petros (14’09”16) e della keniana Winnie Chebet sui 1500 metri in 4’25”22 davanti alla due volte campionessa europea Natalya Pryshchepa (4’26”63).  

La Cina ha dominato le gare di marcia con Xu Hao nella 20 km con 1h22’18” e con la campionessa del mondo di Londra 2017 Wang Jayu con 1h32’03”. Il terzo oro cinese è arrivato dalla cinese Zhang Li nel giavellotto femminile con 63.06m

Le maratone sono state vinte dall’etiope Shume Dechasa nella gara maschile in 2h08’28” e dalla keniana Eunice Chumba in 2h30’10”.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.