Napoli, Insigne: "Abbiamo dato tutto". Ancelotti: "I risultati arriveranno"

Capitano e allenatore degli azzurri commentano l'occasione persa di avvicinarsi a Juventus e Inter.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

C'è inevitabilmente delusione nel Napoli dopo il pareggio di Ferrara contro la Spal nell'ultima giornata di Serie A. I ragazzi di Ancelotti non sono riusciti a sfruttare il doppio passo falso di Juventus e Inter del giorno prima, rimanendo così alle stesse distanze e non accorciando il gap. L'amarezza viene subito espressa di Insigne al termine della partita ai microfoni di DAZN:

Era una grossa opportunità, siamo dispiaciuti. Voleva fare risultato e non ci siamo riusciti. Ora abbiamo mercoledì una partita importante e dobbiamo farci trovare pronti. Siamo dispiaciuti, potevamo fare gol. Non ci siamo riusciti ma la cosa importante è che siamo rimasti uniti fino alla fine, abbiamo dato tutto. Ruolo? Mi metto a disposizione in qualsiasi ruolo e cerco di dare il 300%, mettendomi a disposizione dei miei compagni. Ora l'Atalanta, sappiamo di affrontare una buona squadra che sta facendo bene sia in campionato che in Champions, dovremo dare il massimo.

Serie A, Napoli: la delusione di Insigne e Ancelotti

Dopo Insigne, tocca ad Ancelotti fare la sua analisi del match di Serie A tra Spal e Napoli:

La prestazione è stata fatta e anche bene, non abbiamo mai perso lucidità o subito ripartenze. Abbiamo avuto opportunità. C'è rammarico per il risultato, ma la prestazione è stata ottima, soprattutto dopo una partita di Champions. Si deve continuare a mantenere questa intensità, perché poi i risultati ci daranno ragione. Oggi un po’ sfortunati, saremo più fortunati la prossima volta. Difficile rimproverare qualcosa, a parte che non dobbiamo abbatterci perché abbiamo un’altra grande partita da giocare.

E ancora:

Nel secondo tempo abbiamo giocato a una porta e abbiamo provato a sfruttare Callejon un po’ più largo per sfruttare i colpi di testa in mezzo. Tante occasioni ne abbiamo avute, dovevamo sfruttarle con più lucidità. A sinistra avevamo due piedi destri quindi bisognava rientrare, anche con le due torri la partita è stata interpretata bene. Perché non Ghoulam? Questa è una domanda per creare polemiche. Non ha giocato perché non è pronto per giocare in questo momento. Malcuit non so se abbia preso un colpo al ginocchio, non lo so ancora.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.