UFC, Conor McGregor annuncia: "Combatterò il 18 gennaio a Las Vegas!"

A sorpresa, Notorius annuncia il rientro direttamente da Mosca: sarà Las Vegas la location designata, avversario uno tra Donald Cerrone e Justin Gaethje.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Conor McGregor sorprende tutti, di nuovo. L'irlandese, ex campione pesi piuma e leggeri UFC, annuncia il suo rientro nell'ottagono più importante del mondo delle mixed martial arts direttamente da Mosca, teatro di una conferenza stampa che ha visto l'ennesimo one man show di Notorius. Mosca, Russia, una manciata di chilometri di distanza da quel Daghestan che ha dato i natali a Khabib Nurmagomedov, l'uomo capace di imporgli una vera e propria lezione nel main event di UFC 229, card tenutasi alla T-Mobile Arena il 6 ottobre del 2018.

Una conferenza, questa, in cui non sono mancati inviti e provocazioni nei confronti del già citato Khabib, reo - a dire di Notorius - di non voler accettare un rematch in quel di Mosca per paura. Pesanti anche le parole nei confronti del callout di The Eagle su GSP, dimenticando però che anche lui si è reso protagonista di una mossa del genere quando ha chiamato in causa un Frankie Edgar attualmente sotto di due categorie rispetto alle 155 libbre, dato l'ormai prossimo debutto nei pesi gallo da parte di The Answer.

Ha paura del match di Mosca, per non so quale motivo. Khabib rappresenta la Russia? Non gli ho mai visto sollevare la bandiera di questo paese nel modo in cui io alzo quella irlandese. Sta scappando da una cosa che il pubblico vuole, che le persone vogliono, che anche suo padre vuole. Lui, però, non vuol accettare. Vuol far scendere un uomo - Georges St-Pierre, ex campione pesi welter UFC - in una divisione in cui non è mai stato, anche se lui stesso è quasi morto per fare il peso.

Insomma, attacchi durissimi da parte di McGregor, che nell'annunciare il suo rientro ha anche parlato di quali saranno i piani subito successivi al prossimo incontro in UFC che, ricordiamo, è fissato per il 18 gennaio prossimo. Favoriti per il ruolo di probabile avversario Justin Gaethje e, soprattutto, un Donald Cerrone attualmente in cima alle preferenze di tutte le parti.

Voglio rendere pubblico il ritorno di Notorius, Conor McGregor, il 18 gennaio alla T-Mobile Arena di Las Vegas. Tra 12 settimane, quindi, comincerà la stagione del mio ritorno: poi affronterò il vincente tra Jorge Masvidal e Nate Diaz, con cui ovviamente ho una storia pregressa ed una trilogia da chiudere. Dopo di ciò, affronterò il vincente di Khabib Nurmagomedov vs Tony Ferguson.

UFC 229 main event
Un estratto dell'incontro tra Khabib Nurmagomedov e Conor McGregor, main event di UFC 229 che vide la vittoria del russo per rear-naked choke al quarto round.

UFC, Conor McGregor: "Visitare il Daghestan? Non mi interessa"

McGregor che, dopo esser stato accolto come una superstar in Russia, ha anche risposto ad un giornalista che gli chiedeva se avesse intenzione di visitare il Daghestan in futuro. La risposta è stata, parafrando, un "non avrei nulla da fare lì". Va sottolineato, inoltre, come tutte le domande legate al rapporto del NY Times sulla presunta violenza sessuale - la seconda voce in pochi mesi, di cui vi abbiamo già dato conto - consumata dallo stesso atleta siano state respinte in tronco.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.