Da ultimo arrivato a nuova risorsa: Rodrygo si è preso il Real Madrid

La bella prestazione offerta in Champions League ha permesso al talento brasiliano di scalare le gerarchie. E Zidane se lo coccola: "Ha una grande personalità".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tempi duri al Real Madrid. Nemmeno la vittoria in casa del Galatasaray è servita per diradare le cupe nubi che aleggiano sulla testa delle Merengues, e in particolare su quella di Zinedine Zidane. L'allenatore francese è in bilico, soprattutto dopo il brutto stop di Maiorca, ma i tre punti ottenuti a Istanbul hanno, se non altro, aiutato a calmare (seppur parzialmente) Florentino Perez, su tutte le furie dopo il brutto stop di Maiorca. La posizione del tecnico potrebbe mutare in ogni momento, con José Mourinho pronto a subentrargli e, in tal senso, il rinvio del Clasico arriva a fagiolo. Evitare il Barcellona adesso permette ai Blancos di prepararsi al meglio per il match in infrasettimanale contro il Leganes.

Della partita, e soprattutto dal primo minuto, potrebbe far parte Rodrygo Goes, l'ultima pepita proposta da Zizou nonché uno dei talenti brasiliani in rampa di lancio sui quali il club crede tantissimo. A testimonianza di ciò, basti pensare ai 45 milioni di euro sborsati da Perez per acquistarlo dal Santos, società nella quale il classe 2001 paulista è calcisticamente nato e cresciuto. Rodrygo è una delle poche note positive del periodo recente e la sua crescita la si può facilmente percepire guardandolo muoversi in campo. Contro il Galatasaray è stato uno dei più positivi, schierato come esterno destro di un 4-3-3 nel quale, a sorpresa ma nemmeno troppo, è riuscito a scalzare la concorrenza dell'impalpabile Jovic.

Secondo una rilevazione statistica pubblicata da Marca, il Real Madrid è la squadra con il minor rapporto tiri/reti realizzate dei top 5 campionati d'Europa, un dato preoccupante certificato dai quasi 130 tentativi totali in 12 partite, nelle quali sono arrivati soltanto 19 gol. Davvero poco, soprattutto se si considera quanto la società ha speso in estate per potenziare il reparto offensivo: solo per Jovic e Hazard sono usciti quasi 200 milioni di euro, ma Zidane non ha più tempo per aspettare che il serbo si ambienti e, adesso, deve trovare soluzioni alternative efficaci per salvare la propria panchina.

Zidane pensa a Rodrygo titolare nel Real Madrid
Rodrygo Goes, la nuova stella di casa Real in rampa di lancio: il classe 2001 è cresciuto nel Santos ed è stato pagato 45 milioni di euro dalle Merengues

Real Madrid, Rodrygo scala le gerarchie: Zidane può lanciarlo titolare anche in Liga

Rodrygo aveva già fatto intravedere le proprie doti entrando a partita in corso contro l'Osasuna, quando mise in difficoltà i navarri con una paio di accellerazioni sulla fascia che potevano trovare miglior sorte. Ciò che però affascina di più di questo talento è la naturalezza con la quale sta in campo. Ha 18 anni ma sa già gestire al meglio le energie e, soprattutto, sta limando definitivamente alcuni difetti atavici che si porta dietro in quanto figlio di una scuola calcistica principalmente individualista. Il materiale però è di primissimo ordine, come già peraltro fatto intravedere ai tempi del Santos quando, seguendo le orme del suo idolo Neymar, venne battezzato in Copa Libertadores segnando la sua prima rete internazionale a 17 anni appena compiuti.

Il match contro i Pepineros potrebbe rappresentare l'occasione giusta per regalargli la seconda titolarità consecutiva: contro un avversario morbido, in difficoltà e reduce dal recente cambio in panchina, il talento brasiliano potrebbe esprimersi al massimo e, perché no, diventare un'opzione importante nelle rotazioni di Zidane. Se lo scorso anno fu Vinicius Junior a prendersi la scena nei mesi invernali - ricordate la sua prestazione al suo primo Clasico in assoluto? - oggi Rodrygo sta per ricevere la stessa opportunità, sperando che possa sfruttarla al meglio in attesa di capire se in futuro potrà o meno scalzare Gareth Bale.

Pochi giorni fa lo stesso Zidane aveva speso parole di grande apprezzamento per il suo gioiello, il quale in passato aveva dichiarato di ispirarsi proprio al suo attuale allenatore. Dopo la partita vinta a Istanbul, Zizou è tornato a parlare di Rodrygo:

Per avere 18 anni mi garantisce già tanta qualità e a destra nel 4-3-3 è a suo agio. Non mi sorprende la sua prestazione, ha una grande personalità e lo ha dimostrato anche su un campo molto difficile.

Parole che fanno gonfiare il petto al baby talento paulista, sempre più vicino a prendersi il Real Madrid.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.