Mazzarri: "L'Inter un brutto destino. Sono stato superficiale"

Il tecnico del Torino ricorda la sfortunata esperienza interista.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Un'avventura che vorrebbe dimenticare. Walter Mazzarri non ricorda con piacere i giorni trascorsi da allenatore dell'Inter. Ma ha fatto uno sforzo ai microfoni de Il Corriere dello Sport tornando al 2013, anno in cui fu assunto dall'allora presidente Massimo Moratti prima di lasciare il posto a Roberto Mancini nel novembre 2014:

C'era l'Inter nel mio destino? Mah, il destino. Un brutto destino. Non avevo valutato bene la rosa, sono stato superficiale. E ho pagato. Moratti da lì a poco avrebbe ceduto il club, la colpa era sempre di Mazzarri. Mettiamola così, ci ho lasciato le penne perché era scritto così, se avessi ragionato non sarebbe accaduto

Successivamente Mazzarri è volato in Premier League per allenare Watford. Ma nonostante la salvezza conquistata con largo anticipo, non è mai riuscito a entrare nel cuore dei tifosi, anche per "colpa" di quella lingua inglese con cui non ha mai avuto confidenza. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.