Inter, Candreva: "Con Conte siamo ripartiti da zero". E sulla Nazionale...

Le parole dell'esterno italiano alla vigilia della sfida contro il Parma.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

In assoluto tra i calciatori che più hanno beneficiato dell'arrivo di Antonio Conte sulla panchina dell'Inter. Antonio Candreva è un giocatore nuovo, lontanissimo parente di quello spento e messo ai margini che veniva costantemente fischiato da San Siro. Alla vigilia della sfida di campionato contro il Parma, proprio l'ex Lazio ha parlato a Sky Sport:

La mano di Conte si è vista fin dalla prima settimana di lavoro, dalla prima amichevole. C’è aria positiva, il giusto entusiasmo, la voglia di lavorare con sacrificio e umiltà, è come se fossimo tutti ripartiti da zero. Stiamo bene e ci alleniamo forte da inizio settimana per arrivare pronti la domenica. Il margine di crescita della squadra è grande, ci sono ragazzi giovani che possono migliorare ancora e dare tanto. Dobbiamo ripartire dalla sfida coi tedeschi, dove siamo stati un blocco unico e abbiamo giocato da squadra. Dopo questa partita c’è molto ottimismo e fiducia nei nostri mezzi ma sappiamo anche che non ci possiamo rilassare. Ora mettiamo nel cassetto la Champions League e ci ripensiamo tra due settimane

Ancora sulla vittoria ottenuta contro il Borussia Dortmund:

Abbiamo fatto una prestazione totale, abbiamo sofferto quando c’era da soffrire, nei momenti in cui c’era da attaccare lo abbiamo fatto. Soprattutto in campo internazionale bisogna stare attenti per 95 minuti. È stato importante chiuderla, avevamo già avuto qualche occasione anche prima ma alla fine l’abbiamo fatto e abbiamo portato a casa una bella vittoria

Candreva: "Nazionale? Mi farò trovare pronto"

Sui suoi obiettivi personali:

C’è sempre tempo per migliorarsi, poi con il mister si impara e si migliora giorno dopo giorno, grazie al lavoro, all'attenzione e al sacrificio. La Nazionale? Sappiamo tutti quanto possa essere importante per ognuno di noi, chi ne ha fatto parte sa quali emozioni si provano a rappresentare il proprio paese in giro per il mondo, ma l’importante è lavorare e farsi trovare pronti, poi quello che verrà andrà bene

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.