Il Liverpool vince la causa contro New Balance: ora l'accordo con Nike

L'Alta Corte fa felice il Liverpool e le sue casse. La sentenza premia i Reds nella controversia con New Balance: i bostoniani non possono pareggiare l'offerta di Nike.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Liverpool ha vinto la battaglia legale con New Balance e dal prossimo anno vestirà Nike. L'Alta Corte si è pronunciata in favore dei Reds, dopo che il club era stato citato dalla casa bostoniana con l'accusa di aver violato i termini del contratto che era in scadenza nel giugno del 2020. Secondo New Balance, infatti, il Liverpool non aveva diritto a siglare un'intesa con un altro sponsor tecnico. Il motivo è semplice: NB sosteneva che nell'accordo fosse presente una clausola secondo cui fosse proprio diritto prolungare automaticamente il contratto pareggiando l'offerta di un competitor. 

Il Liverpool, da mesi ormai, aveva di fatto chiuso con Nike sulla base di 30 milioni di sterline annue per cinque anni, quindi inferiore rispetto a quelle che erano le prime indiscrezioni che parlavano di un compenso da 90 milioni a stagione, ma a cui va aggiunta una royalty del 20% sulle vendite nette che farà ovviamente salire la cifra che finirà nelle casse del club. A questo poi bisogna addizionare la promessa di Nike di far sponsorizzare il club da atleti "di casa" come Serena Williams, LeBron James e da artisti legati al marchio come Drake. Il vero ago della bilancia quindi saranno i risultati ottenuti sul campo da Salah e compagni e anche i giocatori che in futuro arriveranno ad Anfield. Fattori che potranno ovviamente spingere in alto le vendite relative ai kit della squadra e far diventare potenzialmente quest'intesa una miniera d'oro per il Liverpool. 

New Balance, una volta saputo dell'avvicinamento con Nike, ha citato in giudizio il Liverpool che ha risposto come NB non potesse pareggiare l'offerta del rivale. Non tanto in termini economici, visto che l'attuale intesa prevede un fisso maggiore, ma in termini di distribuzione e pubblicità del prodotto del marchio dei Reds. Su questa base si sono battuti i legali del Liverpool che hanno convinto l'Alta Corte che ha deliberato in favore del club campione d'Europa. Il problema era infatti proprio questo. Secondo i Reds, New Balance non avrebbe potuto eguagliare la capacità di distribuzione dell'altro marchio a stelle e strisce. Nike può contare su una rete mondiale di 6000 rivenditori globali, di cui 500 di proprietà, mentre NB può vantarne solo la metà. 

Liverpool, la maglia dei Reds
Liverpool, vinta la causa con New Balance

Liverpool, il club esulta: "Siamo soddisfatti della sentenza"

Mentre in rete già girano le prime ipotesi sui nuovi kit che il Liverpool vestirà nella prossima stagione, arrivano le prime reazioni alla sentenza dell'Alta Corte. Soddisfatti ovviamente i dirigenti dei Reds che da questo momento potranno cominciare a lavorare sulla progettazione delle nuove maglie insieme a Nike: 

Il Liverpool Football Club è molto soddisfatto della decisione del giudice di emettere una sentenza a favore del club a seguito della controversia legale con New Balance. Continueremo con loro per la stagione in corso, in combinazione con la preparazione dei kit del Liverpool della prossima stagione con il nostro nuovo fornitore.

Non molla però New Balance che tramite i propri legali fa sapere che si sta valutando il ricorso contro la decisione dell'Alta Corte. Il Liverpool è il cliente più prestigioso nella scuderia del marchio di Boston che nel campo del calcio può contare su altri club rilevanti come Celtic, Porto e Athletic Bilbao. Per questo perdere i campioni d'Europa in carica sarebbe un danno non indifferente: 

Siamo molto delusi dal non poter continuare la partnership con il Liverpool Football Club, eravamo convinti di poter fare molto bene insieme e di poter dare seguito a un lavoro che è stato molto apprezzato dai tifosi in questi anni. Credevamo e crediamo fermamente che si potesse pareggiare l'offerta del concorrente e dare al club un prodotto di livello per anni e con vendite da record.

Non si sa se l'ultimo capitolo di questa querelle sia stato scritto. Nel frattempo, però, il Liverpool si appresta a diventare un nuovo club Nike. Con grande soddisfazione dalle parti di Melwood. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.