Chiesa: prima ammonito per simulazione, poi la rabbia per il cambio

Prestazione sottotono per l'esterno viola, che nel secondo tempo nel giro di due minuti rimedia un giallo e poi viene sostituito da Vincenzo Montella

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una gara sottotono quella di Federico Chiesa in Brescia-Fiorentina: schierato in campo nonostante qualche acciacco rimediato in Nazionale, l'esterno viola nel primo tempo prova a dialogare con con Lirola e Badelj, ma non riesce a incidere come in altre occasioni. Lo stato di forma non è ottimale, in alcuni episodi riesca a mettere in difficoltà la difesa bresciana, non è mai decisivo.

A metà del secondo tempo la svolta (in negativo) della sua gara. Al 66' si lancia sulla fascia destra contrastato da Chancellor, e giunto al limite dell'area di rigore cade a terra: il giocatore non protesta per un presunto tocco del difensore bresciano e prova a giustificarsi dicendo di essere inciampato, ma l'arbitro Calvarese non ha dubbi e lo ammonisce comunque per simulazione.

Due minuti più tardi, Vincenzo Montella decide di sostituirlo, mandando in campo al suo posto Vlahovic: Federico Chiesa non la prende bene ed esce dal campo visibilmente contrariato dalla decisione dell'allenatore viola. Un segnale di un nervosismo neanche troppo celato, a cui Montella in conferenza stampa non ha voluto dare troppo peso:

La sua sostituzione? Una mia scelta

Mentre sul giallo per simulazione prova a smorzare subito le polemiche:

Scagiono l’arbitro, non so come l’abbia vista. Forse gli arbitri sono più attenti alle simulazioni considerando le recenti polemiche, ma non penso che [Federico Chiesa]sia stato preso di mira

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.