Inter, retroscena di mercato: Ibrahimovic si propone per gennaio

Lo svedese si sente ancora decisivo e può lasciare la MLS in inverno. Marotta smentisce, ma ha già parlato con Raiola. E spuntano alternative interessanti.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Poche ore fa si è concluso il primo turno dei playoff della MLS. Negli Stati Uniti, da circa due anni, gioca Zlatan Ibrahimovic: i suoi Galaxy hanno battuto i Minnesota United di Vito Mannone e, la settimana prossima, giocheranno il derby contro i rivali dei Los Angeles FC, squadra nella quale gioca la sua nemesi Carlos Vela. Lo svedese, dopo una stagione culminata con la mancata qualificazione alla seconda fase, ha letteralmente trascinato la squadra a suon di gol: nell'anno solare ha già toccato quota 30 gol, una cifra impressionante se si considerano i suoi 38 anni e il fatto che, recentemente, aveva dovuto affrontare un delicato infortunio al crociato. La sua rinascita, nonostante l'età, smuove ancora il mercato: a gennaio il centravanti sarà svincolato e l'idea sarebbe quella di provare un'ultima esperienza europea.

Mino Raiola ci sta lavorando. Nel frattempo, il bomber di Malmo - al quale di recente è stata anche dedicata una statua nel cuore della sua città natale - avrebbe già parecchi estimatori in Italia. La Serie A, campionato nel quale Ibrahimovic ha già militato difendendo i colori di Milan, Inter e Juventus, è un torneo in cui il classe 1981 si è sempre trovato bene e, in passato, non ha mai chiuso i ponti per un suo ipotetico ritorno nel Bel Paese. Dopo gli abboccamenti dello scorso gennaio con il Milan, di recente è stato il Napoli a tentare un approccio diretto per portarlo al San Paolo, dove uno con il suo carisma avrebbe conquistato un'intera piazza raccogliendo, perché no, la pesante eredità lasciata da Diego Maradona.

L'inaspettato infortunio di Alexis Sanchez ha però accostato il nome di Ibra all'Inter, dove il giocatore darebbe sicuramente una gran mano in chiave rotazioni, sia dal punto di vista numerico che qualitativo. Il giocatore sta bene e la MLS al momento gli è troppo stretta. Milano, viceversa, è una città che lo ha rapito per ben due volte e consacrato nella grande scena del calcio internazionale. In nerazzurro si completerebbe molto bene con Lautaro Martinez, al quale aprirebbe spazi importanti per colpire, e darebbe finalmente respiro a Lukaku, spremuto da Conte per necessità nonostante le precarie condizioni fisiche.

Calciomercato Inter ritorno di Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic durante la cerimonia di inaugurazione della sua statua a Malmo: lo svedese, che da due anni milita nella MLS americana, a gennaio potrebbe tornare in Europa per giocare con l'Inter

Ibrahimovic torna in Italia? L'Inter studia il colpo di mercato

Secondo Il Giornale, qualche settimana fa lo stesso Raiola avrebbe bussato alla porta dell'Inter per proporre il giocatore a Beppe Marotta. I nerazzurri non avrebbero chiuso completamente le porte, ma di certo l'eventuale innesto di Re Zlatan andrà ponderato con molta calma. Quindi, ora che la squadra si gioca obiettivi importanti, non è ancora il caso di pensare al calciomercato. Prima della partita contro il Sassuolo, l'amministratore delegato della società è stato abbastanza chiaro:

Nel mercato di gennaio i giocatori forti non sono disponibili a cambiare squadra. Ibrahimovic? Così siamo competitivi, chiaro che senza l'infortunio di Sanchez saremmo stati più felici. Contiamo però di recuperarlo entro due mesi e l'assetto offensivo resterà invariato.

Parole di circostanza o meno, pare addirittura che - durante questo colloquio esplorativo - si sia già parlato delle potenziali cifre sulle quali verrà definito l'affare. L'Inter offre un anno e mezzo di contratto, magari prolungabile più in là col tempo, mentre l'entourage dello svedese ne chiede due e mezzo. Per quanto riguarda lo stipendio invece si parte da una base di 6 milioni di euro netti l'anno, ovvero lo stesso ingaggio percepito attualmente.

Il giocatore, nel frattempo, lancia messaggi inequivocabili dagli States:

La Serie A mi manca e vorrei tornarci per lottare per lo Scudetto, indipendentemente dalla squadra. Voglio qualcuno che creda in me e non che mi prenda per esibirmi come se fossimo allo zoo, visto che so di poter ancora fare la differenza.

Non solo big tra le pretendenti: spiccano due offerte a tinte rossoblu

Di recente però Ibrahimovic è stato accostato a diverse realtà italiane, dalle più famose alle più improbabili. Per esempio, detto del forte interesse del Napoli e dell'invaghimento sempre attuale del Milan, tempo fa uscì anche una sua dichiarazione nella quale il campione svedese si proponeva al Genoa, dichiarando che sarebbe stato disposto ad accettare un'offerta dalla società per condurla allo Scudetto. In realtà si scoprirà poi che il video in questione era destinato a un amico, tale Richi, che lo aveva implorato di tornare in Italia per risollevare le sorti del vecchio Grifone malconcio.

Da una squadra rossoblu all'altra, visto che anche il Bologna spera di poter regalare ai propri tifosi almeno sei mesi di Ibra. A contattarlo sarebbe stato Sinisa Mihajlovic in persona, che gli avrebbe chiesto di approdare sotto le due torri per aiutarlo a portare la squadra in Europa. Il giocatore ha ringraziato e momentaneamente declinato, ma è pur vero che tra i due intercorre un rapporto di profonda e decennale amicizia. Il tecnico felsineo lavorerà ai fianchi Raiola, puntando sul fatto che l'agente sarebbe in debito con lui per non avergli portato Balotelli in estate. Insomma, sarebbe davvero un matrimonio interessante. Oggi comunque l'Inter rimane avanti a tutti nella corsa al bomber di Malmo, ma con Zlatan gli imprevisti sono all'ordine del giorno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.