Sampdoria-Roma, ululati razzisti per Ronaldo Vieira

Al Luigi Ferraris l'annuncio da parte dello speaker: in caso di reiterazione ci sarebbe stato il rischio di sospensione della partita. In serata le scuse della Roma.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Nonostante i fari punti sul tema del razzismo sul nostro campionato (e non solo) dopo quanto accaduto in questo avvio di stagione, c'è da raccontare un nuovo episodio che macchia l'inizio del campionato di Serie A.

Nel corso della partita tra Sampdoria e Roma a Marassi, a fine primo tempo lo speaker dello stadio Luigi Ferraris è dovuto intervenire (su segnalazione del direttore di gara) per avvertire i tifosi giallorossi presenti a Marassi.

Dal settore ospiti si sono infatti sentiti degli ululati razzisti nei confronti di Ronaldo Vieira e proprio per questo motivo è stato deciso di mandare il primo avvertimento. In caso di ulteriori cori di questo genere nel corso della gara di Serie A, la stessa - ha spiegato sempre lo speaker - sarebbe potuta andare incontro alla sospensione.

Sampdoria-Roma, ululati razzisti a Vieira: le scuse del club giallorosso

Resta il rammarico per l'ennesimo episodio legato al razzismo che si verifica nel nostro campionato: questa volta il destinatario è stato il giovane calciatore guineense con cittadinanza portoghese (naturalizzato inglese) classe 1998, preso di mira da una parte del settore di 2000 tifosi della Roma presenti a Genova. Il club giallorosso ha pubblicato un comunicato di scuse dopo la partita:

L'AS Roma si scusa con Ronaldo Vieira per i buu razzisti subiti. La Società non tollera alcun genere di razzismo e supporterà le autorità nell'individuare e, conseguentemente, mettere al bando i responsabili degli insulti razzisti nei confronti del centrocampista

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.