Fonseca su Under: "Calcio e politica mai nella stessa casa"

L'allenatore giallorosso cita Valdano: "Calcio e politica non devono stare nella stessa casa".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Roma di Paulo Fonseca è pronta ad affrontare la Sampdoria nella partita di Serie A in programma domani, i giallorossi si troveranno di fronte una squadra reduce da un cambio di allenatore, curiosamente lo stesso avvicendamento avvenuto proprio la stagione scorsa sulla panchina romanista, con Ranieri subentrato a Di Francesco. A Marassi (tempo permettendo) sarà dunque una sfida con un "vecchio amico", ma l'allenatore portoghese non intende fare sconti

Mi aspetto una gara difficile, nelle ultime 10 in casa della Samp la Roma ne ha vinte due e questo dimostra che è sempre complicato. Loro hanno anche cambiato allenatore e questo porta sempre una reazione positiva, poi c'è la situazione meteo, insomma tutto farà sì che sarà una gara difficile, ma siamo pronti e preparati. Ranieri? Eccellente allenatore, esperto, che cercherà di dare stabilità alla Sampdoria. Mi aspetto una gara complicata e combattuta contro una squadra compatta che probabilmente ci aspetterà cercando di colpire in contropiede.

Serie A, Roma: Fonseca contro Under per il saluto militare

Nel corso della conferenza stampa c'è ovviamente modo di parlare di un argomento caldissimo, come quello del saluto militare di Under in solidarietà verso l'esercito turco in Siria:

Non rivelerò quello che ci siamo detti all'interno dello spogliatoio, però posso dire che stamattina ho letto un'intervista di Valdano in cui parlava della situazione catalana e spiegava che calcio e politica non devono dormire nello stesso letto. È un'espressione che condivido, e anzi per me calcio e politica sono due cose ben distinte e separate che non devono neppure entrare nella stessa casa. Non mi piace mischiare questioni politiche con la nostra professione.

Riguardo la sua squalifica che non gli permetterà di essere in panchina domani per la partita di Serie A contro la Sampdoria, l'allenatore della Roma risponde così:

Questione completamente chiusa, c'è stata una squalifica che sconterò. Non ho altro da aggiungere. Non potrà esserci un mio intervento diretto contatto con i ragazzi. La differenza è che parlerò con la squadra in hotel, mentre di solito lo facciamo allo stadio. Lì la squadra sarà affidata a Nuno Campos, con lui ci lavoro da inizio carriera, c'è massima fiducia e massima intesa, non c'è nemmeno bisogno di parlarci per capirci, perché lui capisce quello che succede in campo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.