Serie A, le pagelle di Juventus-Bologna: Ronaldo e Pjanic decisivi

Apre Ronaldo, poi pareggia Danilo, nella ripresa il Bologna si fa male da solo e regala a Pjanic la palla del 2-1. Nel finale polemiche per un tocco di mano di de Ligt.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Juventus batte il Bologna, infila la sua settima vittoria in Serie A e batte un Bologna coriaceo, guidato da un incredibile e meraviglioso Mihajlovic in panchina. I bianconeri partono meglio, l'intenzione come dettami sarristi è quella di prendere in mano il controllo della partita. Il primo squillo lo porta Higuain, ma il suo colpo di testa viene deviato in angolo. Il Pipita duetta con Ronaldo, anche se la palla di ritorno del portoghese è lunga e l'azione sfuma. L'argentino ci prova ancora al quarto d'ora, il destro però è centrale e non impensierisce Skorupski. Il vantaggio della Juve è nell'aria e arriva al 19' con Ronaldo che firma il suo gol numero 701 in carriera con una conclusione secca sul primo palo che beffa il portiere del Bologna.

La rete subita scuote i rossoblu che cominciano a crescere, grazie a un Palacio che svaria su tutto il fronte offensivo e apre spazi agli inserimenti dei Soriano e Svanberg, ma è Danilo con un destro da attaccante di razza a regalare a Mihajlovic il pareggio. Pari meritato anche per quanto si vede nell'ultimo quarto d'ora di primo tempo. Il Bologna gioca bene, con personalità e de Ligt deve mettere il corpo sul tiro di Orsolini per evitare guai peggiori a Buffon. 

La Juve riparte forte e sfiora due volte il nuovo vantaggio con Ronaldo, ma prima viene anticipato da un difensore e poi è Skorupski a superarsi per deviare in angolo il colpo di testa di CR7, ma il Bologna si fa male da solo e regala di fatto a Pjanic la palla del 2-1 che per il bosniaco è un gioco da ragazzi trasformare in oro. Errore da matita blu di Soriano che sbaglia una palla banale in uscita e condanna i suoi. La Juventus è dominante e va a un passo dal tris con Higuain, ma l'estremo difensore rossoblu è miracoloso in due occasioni. Mihajlovic nel finale butta dentro Santander e proprio il Ropero sfiora il pareggio quando mancano 30 secondi: prima svetta più in alto di tutti sulla punizione di Orsolini e stampa la palla sulla traversa, poi ci prova in rovesciata ma Buffon si supera e dice no. Regalando alla Juve tre punti meritati, ma sofferti. 

Serie A, de Ligt in azione
Serie A, le pagelle del match tra Juventus e Bologna

Serie A, le pagelle di Juventus-Bologna

Juventus (4-3-1-2): Buffon 6,5; Cuadrado 6,5, Bonucci 6, de Ligt 6, Alex Sandro 6,5; Khedira 6 (61' Bentancur 6), Pjanic 7, Rabiot 6 (72' Matuidi 6); Bernardeschi 5,5; Higuain 6,5 (81' Dybala), Ronaldo 7. All. Sarri 6,5

Bologna (4-3-3): Skorupski 6; Mbaye 6, Danilo 6,5, Bani 6, Krejci 5,5; Soriano 5, Poli 6 (85' Dzemaili sv), Svanberg 6 (82' Skov Olsen sv); Orsolini 6, Palacio 6, Sansone 5,5 (79' Santander 6). All. Mihajlovic 6,5

I migliori

Ronaldo 7

Segna il suo gol numero 701 in carriera, il numero 33 con la Juve, il gol che sblocca il risultato: è una rete delle sue di forza, di prepotenza, d'istinto. Una mano gliela da anche Skorupski che copra male il proprio palo. È in forma, si vede perché va su ogni pallone con ferocia, con la voglia di spaccare il mondo. S'integra bene con Higuain, con cui si alterna i compiti in avanti. Il portiere avversario gli nega la doppietta a inizio ripresa, il suo colpo di testa in torsione non era stato male. Per niente. E poi anche nel finale con un'altra super parata. Sarebbe stata meritata.

Higuain 6,5

Si sbatte, si sacrifica, svaria su tutto il fronte offensivo mettendosi a disposizione della squadra e del gioco di Sarri. Duetta con Ronaldo, gli offre una spalla per dialogare e costruire azioni molto pericolose, come quella che all'81' porta Cristiano a un passo dal 3-1. Gioca con padronanza, con voglia, è di fatto un nuovo acquisto. Un grande innesto per Sarri. 

Pjanic 7

Conferma il suo momento d'oro con il terzo gol in questa Serie A. Un gol magari non bellissimo, di furbizia, sfruttando l'errore grave degli avversari. In questo contesto di gioco si sta esaltando, riesce ad abbinare una grande regia, a una fase realizzativa importante e anche a fase di contenimento da non trascurare. Mire in questo momento è uno dei giocatori più determinanti d'Europa. 

I peggiori

Soriano 5

Si alza spesso per dare supporto agli attaccanti, agisce quasi da sottopunta, ma il suo apporto non regala al Bologna cio che si aspetta Mihajlovic. A inizio ripresa fa harakiri e regala a Pjanic la palla del 2-1 bianconero. Un errore tanto banale, quanto letale. Un errore inammissibile per un giocatore come lui, che per la squadra dovrebbe essere una risorsa fondamentale. 

Sansone 5,5

Non incide, fatica a entrare in partita, viene inghiottito nella ripresa dall'onda Juve che sale e alla fine porta alla deriva il Bologna. Prende un giallo ingenuo subito, un paio di spunti interessanti, poi si eclissa, non fa nulla per dare una sterzata alla sua partita. Cuadrado lo controlla senza troppi patemi. 

Bernardeschi 5,5

La nota stonata nel tridente bianconero. Si muove da trequartista, ma nel ruolo non sembra ritrovarsi. Fatica a trovare la posizione, spesso tende a spostarsi sull'esterno dove si trova evidentemente a suo agio. Sbaglia molto, manca in precisione e anche in iniziativa. Cala alla distanza. Serviranno altri test per inserirlo nella sua nuova veste tattica. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.