FA Cup, cori razzisti al portiere: l'Haringey Borough lascia il campo

I tifosi del Yeovil hanno insultato l'estremo difensore Pajetat prima di un rigore: la squadra ha deciso di abbandonare il rettangolo di gioco.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ancora un vergognoso episodio di razzismo nel mondo del calcio, stavolta durante una partita di FA Cup: nel match del quarto turno di qualificazione fra Haringey Borough e Yeovil, i padroni di casa hanno deciso di abbandonare il campo per colpa di cori insultanti.

La vittima è il portiere Valery Douglas Pajetat, che come riportato dal Mirror, sarebbe stato bersagli di un gruppo dei tifosi della squadra ospite poco prima di dover parare un rigore concesso attorno al 64esimo minuto.

L'attaccante Ryan Murphy ha trasformato il penalty ma gli animi i sono subito scaldati, con i giocatori dell'Haringey Borough che hanno deciso di abbandonare il campo dopo aver visto il loro estremo difensore estremamente scosso per via dei cori razzisti subiti dai sostenitori dello Yeovil.

FA Cup, l'Haringey Borough lascia il campo per cori razzisti

Il suo compagno di quadra Rowe ha reagito con grande rabbia ma è stato fermato dagli steward mentre il capitano avversario provava a calmare i suoi tifosi. Il tutto è stato certificato da un tweet della società.

I nostri giocatori hanno lasciato il campo dopo dei cori razzisti, una serata orribile. Dobbiamo dire che il 99,9% dei tifosi dello Yeovil sono schifati da quanto successo quanto noi.

Non si sa ancora come la Federcalcio inglese reagirà a quanto successo e che effetti ci saranno nel percorso in FA Cup delle due squadre, dopo che i giocatori hanno deciso di non giocare e sono rientrati solo dopo 20 minuti unicamente per mostrare solidarietà al portiere

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.