Caso Schwazer, il gip: "Manipolazione prove suffragata dai fatti"

Nel supplemento di perizie ci sono tutti i presupposti per ribaltare i ruoli nel procedimento in corso davanti alla magistratura altoatesina.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Si va verso una riabilitazione di Alex Schwazer, almeno è quello che si evince dopo il supplemento di perizie ordinato (in ben 34 pagine) dal dottor Walter Pelino, giudice per le indagini preliminari di Bolzano. All'interno ci sono tutti i presupposti per ribaltare i ruoli nel procedimento in corso davanti alla magistratura altoatesina.

Allo stato attuale Schwazer è infatti imputato nel procedimento penale per violazione dell’articolo 9 comma 1 della legge antidoping 376/2000, ma quelle che inizialmente erano considerate parti lese potrebbero presto prendere il suo posto sul banco degli imputati.

Si parla della Iaaf (Associazione internazionale delle federazioni di atletica leggera) e della Wada (World Anti Doping Agency, Agenzia mondiale antidoping), sospettate di manipolazione delle provette. Per questo la Wada dovrà fornire 50 campioni anonimi di urina di soggetti positivi al testosterone, in modo tale di controllare le cause di un possibile innalzamento dei valori di Dna causato dal doping.

Caso Schwazer, verso la riabilitazione dell'atleta

Allo stesso tempo la Federazione italiana di atletica leggera dovrà esibire i risultati di una perizia su 50 atleti che pratichino discipline di resistenza ad alto livello, così da verificare se possano essere prodotti realmente picchi così alti di concentrazione del Dna come quelli addebitati a Schwazer. Ai microfoni della Gazzetta dello Sport, l'atleta ha commentato questa nuova fase del processo: 

Quando ho sbagliato ci ho messo la faccia, ma nel 2016 ero pulito: dimostrare la mia innocenza non è un capriccio. Lo devo alla mia famiglia e lo devo a tutti quelli che hanno avuto fiducia in me. Tornare a correre? Impossibile. Come potrei prepararmi con il tarlo che possono fregarmi di nuovo? Servirebbe più tutela: tipo una terza provetta consegnata a un notaio e una catena di custodia diversa tra campione A e B.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.