UEFA: "Faremo di tutto per eliminare il razzismo dal calcio"

Il presidente Ceferin commenta i fatti di Bulgaria-Inghilterra: "Sono comportamenti inaccettabili di chi crede che lo stadio sia il luogo giusto per sfogarsi".

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Gli ignobili episodi di razzismo a cui il mondo del calcio ha assistito durante Bulgaria-Inghilterra suonano come l'ennesimo campanello di allarme per lo sport e per l'UEFA che ancora una volta deve esporsi e commentare accaduti degradanti.

Quanto accaduto nello stadio di Sofia ha fatto discutere in tutto il mondo e oggi è arrivato la tanta attesa risposta da parte della Federcalcio europea con le parole del presidente UEFA, Alkesander Ceferin.

Tempo fa si credeva che il problema del razzismo nel calcio fosse solo un ricordo ma questi anni hanno dimostrato che non è così: il nazionalismo in Europa ha permesso comportamenti inaccettabili da gente che pensa che gli stadi siano il luogo adatto per dar voce alle loro orribili opinioni. L'UEFA lavora da tempo per identificare questi individui e le sue sanzioni sono fra le più severe nel mondo dello sport per quanto riguarda il razzismo e si impegna a fare tutto il possibile per eliminare questa malattia dal calcio. Ma Federcalcio nazionali e governi devono fare di più: solo lavorando insieme potremo fare dei passi avanti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.