Totti segna una tripletta contro la Roma... ma perde 6-3

L'ex capitano romanista sta partecipando a un torneo di calciotto. Nemmeno i tre gol che ha realizzato sono bastati però per ottenere un punto.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

La passione non tramonta mai. Non dopo una carriera come la sua. Francesco Totti continua a giocare a calcio. Lo fa con i suoi amici, lo fa per divertirsi. Anche a 43 anni compiuti da poco. E quando gioca, l'ex capitano della Roma vuole vincere. Sempre e comunque. Anche quando si ritrova a giocare contro i giallorossi.

Totti contro la Roma. Sembrava qualcosa di impossibile, eppure è accaduto, anche se solo su un campo di calciotto. Nella terza giornata della Lega Calcio a 8 l'ex capitano si è ritrovato a disputare una sfida inedita. Ha infatti affrontato proprio la Roma. In squadra con l'ex numero 10 era presente anche Mirko Vucinic. I due, che sfiorarono la vittoria dello scudetto nel 2010, hanno strappato applausi e suscitato emozione agli oltre 500 presenti alla Totti Soccer School.

Nonostante l'impegno, la voglia di vincere e soprattutto i tre gol segnati, Francesco Totti è stato sconfitto per 6-3. Lui però è stato il protagonista assoluto della gara. Nei prossimi giorni, probabilmente entro il prossimo mese, l'ex capitano annuncerà la sua nuova carriera da procuratore. In attesa di questo però si diverte con gli amici. E dimostra di avere ancora la stessa fame di sempre.

Francesco Totti esulta dopo un gol con la Roma
Francesco Totti esulta dopo un gol con la Roma

Totti sfida la Roma: tripletta contro i giallorossi in una partita di calcio a 8

In attesa della nuova avventura da procuratore e dopo aver momentaneamente messo da parte il reality su Amazon, Totti è pienamente concentrato soltanto sul calcio e durante la partita c’è, davvero, tutto il suo "Io": il gol su punizione, un altro al termine di una bella azione personale, le frecciatine all’arbitro, apostrofato scherzosamente "tartaruga" per la maglietta verde che indossava, gli incitamenti ai compagni per giocare più corti e compatti, i sorrisi d’intesa con il figlio Cristian, che dalla panchina lo ha guardato come tutti i tifosi lo hanno guardato per anni. Con gli occhi lucidi e pieni di ammirazione.

Tutto questo però non è bastato: per la squadra di Totti è arrivata la prima sconfitta del torneo. Troppo più forte la Roma che, fra gli altri, ha schierato anche David Di Michele. Nonostante l'amarezza per la sconfitta però alla fine a Totti un sorriso è scappato. Tutto sommato per lui quando vince la Roma non può mai essere una brutta giornata. Perché la sua passione non tramonterà mai. Né quella per il calcio (anche se a 8) né quella per i giallorossi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.