Euro 2020: CR700, ma il Portogallo perde. Pari Francia, Inghilterra ok

Cristiano segna il suo gol numero 700 tra i pro, ma il Portogallo perde in Ucraina e ora rischia. La Francia impatta sulla Turchia, l'Inghilterra a valanga sulla Bulgaria.

0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'Inghilterra rimedia alla sconfitta di tre giorni fa contro la Repubblica Ceca, schianta la Bulgaria a Sofia e consolida il primo posto nel suo girone di qualificazione a Euro 2020. Primo tempo dominato dai Tre Leoni che passano subito in vantaggio con Rashford che segna un gol meraviglioso: azione personale sulla destra, doppio dribbling e siluro sotto la traversa. La Bulgaria si fa vedere con Popov, ma Pickford è attento e dice di no, per i padroni di casa è un'illusione, perché al 20' Barkley deve solo ribadire in rete il cross basso di Sterling. Il centrocampista del Chelsea fa doppietta al 32' con un inserimento centrale e colpo di testa che non lascia scampo a Ivanov. L'Inghilterra entra come un coltello nel burro nella difesa bulgara, Kane si veste da assist-man e serve un pallone d'oro a Sterling che cala il poker. Nella ripresa i ritmi si abbassano, ma c'è spazio ancora per la doppietta di Sterling e per il sigillo finale di Kane che fissa il punteggio sullo 0 a 6. 

L'Inghilterra non può ancora festeggiare l'accesso all'Europeo per "colpa" del Kosovo che supera il Montenegro e rimane terzo a quattro punto dagli inglesi capolisti e con due partite ancora da giocare. Kosovo avanti con Rrahmani: il difensore del Verona salta più in alto di tutti sul corner di Celina, sfrutta l'uscita errata di Petkovic e insacca. I padroni di casa dominano e sfiorano il 2-0 con Rashica e Kololli. Alla mezzora arriva anche il raddoppio con il solito Muriqi che segna il quarto gol in queste qualificazioni sfruttando l'assist di Shala. 

Serata di festa per Edy Reja che con la sua Albania sbanca il campo della Moldavia. Una vittoria che vale poco in ottica qualificazione, visto i sette punti di distacco dal secondo posto, ma che serve per il morale e nel processo di crescita di questa nazionale. Cikalleshi mette subito la strada in discesa per l'Albania che raddoppia poi al 34' con Bare. Quando mancano quattro minuti alla fine del primo tempo, Trashi mette anche il suo sigillo per lo 0-3. Nel finale l'Albania cala il poker con l'ex Inter Manaj. Nello stesso girone s'impone anche l'Islanda che in casa liquida la pratica Andorra: apre Sigurdsson al 38', poi nella ripresa arriva il secondo gol a firma Sightorsson. 

Euro 2020, Sterling e Kane esultano
Euro 2020, Inghilterra a valanga in Bulgaria

Euro 2020, CR700 ma il Portogallo perde. La Francia pareggia contro la Turchia

Una doppietta di Mitrovic lancia la Serbia che vince sul campo della Lituania e riapre il discorso qualificazione portandosi a -1 dal Portogallo secondo. Primo tempo bloccato, anche se è la squadra di Tumbakovic a fare la partita e ad andare più vicina al gol del vantaggio. Rete che arriva al 49' con l'attaccante del Fulham che replica anche al 53' chiudendo di fatto il match e salendo a quota sette nella classifica marcatori delle qualificazioni a Euro 2020. Il gol di Kalauzkas all'80' non cambia il corso del match. 

Spera la Serbia ed è merito dell'Ucraina che batte il Portogallo a Kiev e strappa il pass per l'Europeo da prima in classifica. La squadra di Shevchenko passa subito in vantaggio con Yaremchuk che ribadisce in rete la respinta di Rui Patricio sul colpo di testa di Kryvstov. L'Ucraina controlla senza problemi la debole reazione portoghese e al 27' raddoppia con Yarmolenko che arriva puntuale sull'assist di Mykolenko e sfrutta una lettura pessima della difesa di Fernando Santos che nella ripresa sgancia Joao Felix e Bruno Fernandes. Il Portogallo è più vivo e va vicino al gol del 2-1 con Cristiano Ronaldo che, però, deve fare i conti con Pyatov che dice no al suo destro dal limite. Ci prova anche Bruno Fernandes, ma la mira non è perfetta. Ma i lusitani spingono forte e trovano il gol al 74': Stepanenko tocca con la mano in area e viene ammonito per la seconda volta, CR7 spacca la porta dal dischetto, segna il suo gol numero 700 tra i professionisti e riapre il match. L'Ucraina si chiude a riccio e l'assalto finale portoghese risulta sterile. Sheva fa festa, Cristiano invece fa 700, ma per arrivare a Euro 2020 servirà sudare ancora. 

A Parigi, in un clima rovente, con tantissimi tifosi turchi presenti e che fischiano sonoramente sia la Marsigliese, sia i giocatori transalpini a ogni azione, per via della posizione dell'Eliseo sull'invasione turca della Siria, la Francia impatta sulla squadra di Gunes e non riesce a scavalcarla alla guida del gruppo H. Il primo tempo non è il manifesto del divertimento, la Turchia gioca con personalità, ma è la Francia ad andare più vicina alla rete del vantaggio con Sissoko (miracolo di Gunok) e con Griezmann che però sfiora solo il palo. Nella ripresa, però, l'occasione più nitida capita a Yilmaz che però spreca da ottima posizione. Deschamps allora toglie Ben Yedder e inserisce Giroud che dopo pochi secondi, stacca di testa da corner e trova l'angolo giusto. La Turchia però non si arrende e agguanta il pareggio con Kaan Ayhan che, sulla punizione di Calhanoglu, sbuca sul secondo palo e batte Mandanda. La Francia si riversa in avanti, ma Gunok è fenomenale su Ikone e blinda il pareggio turco a Saint-Denis. A fine partite c'è ancora spazio per il saluto militare dei giocatori turchi, chiaro appoggio all'operazione bellica voluta da Erdogan contro i curdi e che ha già provocato molti morti. 

Euro 2020, i giocatori turchi fanno il saluto militare
Euro 2020, i giocatori turchi fanno ancora il saluto militare

I risultati del lunedì di qualificazione a Euro 2020

  • Islanda-Andorra 2-0
  • Kosovo-Montenegro 2-0
  • Francia-Turchia 1-1
  • Bulgaria-Inghilterra 0-6
  • Lituania-Serbia 1-2
  • Moldavia-Albania 0-4
  • Ucraina-Portogallo 2-1

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.