Saluto militare della Turchia, l'UEFA risponde: "Una provocazione"

L'esultanza dei giocatori che hanno mostrato supporto alle truppe in Siria ha scatenato polemiche. Il capo ufficio stampa federale Towsend: "Controlleremo la situazione".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il caso dell'esultanza dei giocatori della Turchia nella partita contro l'Albania continua a far discutere: il saluto militare fatto dopo la rete firmata da Tosun che ha dato la vittoria alla Nazionale nella sfida valida per il girone di qualificazione a Euro2020 ha fatto il giro del mondo.

I giocatori turchi hanno voluto così mostrare il loro sostegno alle forze armate di Erdogan che da qualche giorno hanno intrapreso un'operazione militare nella Siria del Nord, dopo i diversi post sui social network dei giorni precedenti (anche da parte di Demiral e Under).

In molti auspicavano una presa di posizione da parte dell'UEFA per questo comportamento e oggi sono arrivati i commenti da parte del capo ufficio stampa della Federazione calcistica europea Philip Townsend raccolti dall'ANSA.

Non ho ancora visto quel gesto ma mi suona come una provocazione. I giocatori sanno che il regolamento non permette riferimenti alla politica o alla religione e sicuramente esamineremo con molta attenzione questa situazione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.