Mourinho torna in panchina: “Ha già scelto il suo prossimo club”

Lo afferma il presidente del Lione che lo aveva cercato per sostituire Sylvinho: “Ha declinato perché è vicino a un grande club”. Tottenham e Real Madrid in pole position.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

A 56 anni, con una carriera da allenatore ormai più che trentennale, José Mourinho sta per tornare in panchina e sembra avere già le idee chiare sulla sua prossima destinazione. Pragmatico e severo, anche con se stesso, al punto da decidere di smettere giovanissimo col calcio giocato visti i non eccelsi risultati, ha subito iniziato ad allenare a 24 anni.

Prima ovviamente nelle giovanili di diversi club portoghesi, poi come viceallenatore fra il suo paese e il Barcellona, fino all'approdo sulla panchina del Porto a 39 anni, nel 2002. Alla guida dei Dragoni la sua carriera è decollata: 2 campionati portoghesi ma soprattutto una Coppa Uefa e una Champions League sono stati i trionfi che lo hanno portato sulla ribalta internazionale.

Chelsea, Inter, Real Madrid, di nuovo Chelsea e infine Manchester United sono state poi le tappe che ne hanno fatto uno degli allenatori più vincenti in attività e hanno creato la leggenda dello Special One: titoli nazionali vinti in quattro paesi diversi, 2 Champions League, compresa quella con l'Inter che la attendeva da 44 anni, 1 Coppa Uefa e 1 Europa League, certo, ma anche una costanza di rendimento impressionante che gli ha permesso di rimanere, in oltre 15 anni da capo allenatore, abbondantemente sopra i 2 punti a match di media, con una punta di 2,30 al Real Madrid.

Mourinho Inter
Mourinho ha riportato la Champions League all'Inter dove mancava da 44 anni

Mourinho, no al Lione: ha già un'altra scelta

Una garanzia, insomma, nonostante gli ultimi anni - dalla seconda esperienza al Chelsea fino a quella di Old Trafford - siano stati forse meno brillanti del previsto. E proprio al Mourinho-garanzia aveva pensato nei giorni scorsi Jean Michel Aulas, il presidente del Lione in crisi di risultati, dopo aver sollevato dall'incarico il tecnico Sylvinho. Ma evidentemente lo Special One ha già altri piani, come ha rivelato lo stesso Aulas nelle dichiarazioni riportate dal Sun:

Abbiamo avuto degli scambi piuttosto lusinghieri e carini via SMS, è stato simpatico per entrambi. Ma lui non ha accettato la nostra proposta di incontro perché ha già scelto un altro club.

Aulas
Il presidente del Lione Jean Michel Aulas ha ricevuto un cortese rifiuto da Mourinho

Qualcosa, insomma, non solo bolle in pentola ma si può dire che sia pronto da scolare se, come dice il presidente del Lione, Mou ha già fatto la sua scelta. Ecco dunque che i tabloid si sono scatenati a cercare di indovinare la prossima destinazione del portoghese. Nonostante la Brexit possa creargli qualche problema per via di una condanna per frode fiscale, il Tottenham - dove la bacchetta di Pochettino sembra sempre meno magica - è la meta considerata più probabile. A ruota c'è il ritorno al Real Madrid, dove Zidane stenta a replicare quei due anni e mezzo straordinari e forse irripetibili, oltre all'approdo al PSG - Tuchel non entusiama - e, molto più lontana, la soluzione cinese. La corsa a indovinare, insomma, è aperta e la soluzione vicina.

Mourinho Florentino Perez
Il presidente del Real Madrid sarebbe felice di riabbracciare Mou di cui è sempre stato un ammiratore

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.