Inter, casting a centrocampo: Marotta a caccia del colpo in mediana

Nerazzurri al lavoro per allungare le rotazioni nel cuore della squadra: piacciono due campioni del Barcellona, ma spunta il quasi svincolato Matic.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Alla fine della sessione estiva di mercato i tifosi dell'Inter si chiedevano se la squadra fosse numericamente completa per affrontare tre competizioni. La società si è impegnata molto per dare ad Antonio Conte dei giocatori funzionali al suo credo tattico, profili adatti a interpretare un calcio intenso e aggressivo, come peraltro sottolineato da questo inizio di stagione. Se per l'attacco, le fasce e la difesa il tecnico leccese ha ricevuto buoni rinforzi, a desiderare è il lavoro non completato dalla dirigenza a centrocampo dove, dietro a un trio di valore assoluto, non sono state prese alternative valide.

Sia chiaro, i vari Vecino, Gagliardini e Borja Valero sono elementi che nel giro delle rotazioni ci possono stare, ma se numericamente oggi l'Inter ha di fatto sei centrocampisti, a deficitare è un po' la qualità globale dell'intero reparto. La partita contro la Juventus in tal senso ha detto molte cose: dopo l'uscita di Stefano Sensi i nerazzurri hanno perso un'opzione importante in costruzione, che poteva dare soluzioni in più alla solita azione impostata dal basso dai piedi di Brozovic. L'ex Sassuolo ha dimostrato di avere grandi qualità di palleggio tra le linee e si sta fortemente candidando non solo come uno dei futuri leader della squadra ma, assieme a Barella, potrebbe a breve consacrarsi come uno dei migliori acquisti dello scorso calciomercato.

Lì in mezzo però servono ugualmente rinforzi, possibilmente di spessore. Beppe Marotta è già al lavoro per capire se, in vista di gennaio, ci possa essere in giro per l'Europa una pedina di valore assoluto da regalare a Conte. Nelle ultime ore è tornata in auge la candidatura di Ivan Rakitic, centrocampista ormai finito ai margini del Barcellona. Il croato in stagione ha collezionato solo spezzoni e, nelle gerarchie, è scivolato decisamente in fondo, anche dietro ai giovani Arthur e de Jong. Rakitic ha un contratto fino al 2021 e i blaugrana non hanno intenzione di regalarlo, però va detto che lui sembra aver maturato la decisione di andarsene, come testimoniano le recenti bordate sparate contro la società.

Calciomercato Inter casting per il centrocampo
Nemanja Matic, centrocampista del Manchester United: il serbo va in scadenza a giugno ed è entrato nelle mire di Beppe Marotta, che vorrebbe regalarlo all'Inter in vista della prossima sessione di mercato

Inter, progetti di mercato per il centrocampo: il sogno è Vidal, spunta Matic

Sembrerebbe tuttavia più semplice la via per arrivare a Nemanja Matic, mediano del Manchester United che andrà in scadenza a giugno del 2020. Uno profilo del genere a parametro zero sarebbe un affare non da poco e, ovviamente, non è un caso che sulle sue tracce ci sia anche la Juventus, maestra in operazioni di questo tipo. Tra i Red Devils e il serbo c'è l'accordo per il non rinnovo, quindi a gennaio ci si potrebbe già sedere al tavolo per intavolare una trattativa in vista della prossima estate. A cifre ragionevoli, leggasi di saldo, l'Inter potrebbe anche decidere di pagare un piccolo obolo in inverno e portarselo subito a casa. In questo si avrebbe immediatamente un grande rinforzo e si manterebbero i buoni rapporti con il Manchester United, col quale pende anche l'affare Sanchez. Insomma, i classici due piccioni con una fava.

Della categoria dei sogni fanno parte altri tre elementi per i quali la società nerazzurra sarebbe disposta a fare follie. Il primo è Arturo Vidal, un pallino storico di Conte: il tecnico nerazzurro ha consacrato il cileno ai tempi della Juventus, trasformandolo in uno degli interni di centrocampo più impattanti del mondo. Tra i due intercorre un profondo rapporto di stima, ma va anche detto che attualmente Vidal è un titolare fisso - un po' a sorpresa, questo è certo - del Barcellona, alle prese con un piccolo ricambio generazionale nel cuore della manovra. Dalla Serie A spuntano le candidature di Sergej Milinkovic-Savic e Sandro Tonali.

Il serbo sarebbe un centrocampista pronto per l'immediato: due anni fa Lotito chiedeva 100 milioni di euro tondi per cederlo, ma al momento la sua valutazione è scesa di qualche decina di milioni fissandosi, più o meno, a quota 70. Una cifra comunque pesante da sostenere, alla quale va unito il fatto che il Sergente ha di recente prolungato il proprio contratto fino al 2024. La Lazio sembrerebbe essersi messa così al riparo per gennaio, ma la prossima estate - magari dopo una stagione nuovamente dominante - le carte in tavola potrebbe anche cambiare. Tonali invece rappresenterebbe più un investimento per il futuro: sul classe 2000 ci sono tutti i top club europei più Juventus, Roma e Milan, per questo l'asta sembra scontata. Di certo l'Inter vi parteciperà, com'è certo che - la prossima stagione - in mezzo al campo ci sarà almeno un pezzo da novanta in più.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.