Morte Pantani, mamma Tonina insiste: "Lo hanno ammazzato"

La madre del ciclista, scomparso il 14 febbraio del 2004, ha parlato del caso a Tuttosport: "Ci sono ancora troppe domande rimaste senza una risposta".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Non riesce a mettersi l'anima in pace, non può farlo. Sopravvivere a un figlio è quanto di più atroce possa esistere al mondo. La mente umana non lo concepisce, al punto che non esiste nemmeno una parola per categorizzare chi è costretto a vivere una situazione del genere: chi perde un padre e/o una madre è orfano, chi perde una moglie o un marito è vedovo/a. Non c'è però un termine per chi perde un figlio. Il dolore è inspiegabile. Specie se alla tragedia si aggiunge il mistero. Come nel caso di Marco Pantani.

Scomparso improvvisamente il 14 febbraio del 2004, sulla sua morte non si è mai fatta reale chiarezza. Sua mamma, Tonina, continua a ribadire la propria convinzione, lo fa da 15 anni, senza sosta:

Marco è stato ucciso.

Continuerà a ribadirlo finché avrà fiato per farlo. Continua a ribadirlo finché non riuscirà a dimostrarlo. A Tuttosport ha confidato di sperare che dalle audizioni della commissione antimafia emerga qualcosa in più. Ha confermato di non essere convinta dell'operato della giustizia ordinaria.

Quando mi dicono che non ci sono prove io non ci sto. Basta leggere gli atti di indagine e le documentazioni che abbiamo portato in questi anni per rendersi conto di quanti siano, ancora adesso, gli aspetti da chiarire.

La prima pagina di Tuttosport con il titolo su Pantani
La prima pagina di Tuttosport con il titolo su Pantani

Morte Pantani, la prima pagina di Tuttosport: "Marco ucciso"

I dubbi che la mamma di Pantani ha sono tanti. Ricostruzioni che, a suo dire, non sono coerenti con la realtà o che non la spiegano fino a fondo. La signora Tonina non si spiega i giubotti lasciati a Milano e ricomparsi a Rimini, non si spiega perché Marco avesse nei pantaloni le chiavi di una macchina che non usava da mesi e che stava a Verbania.

Quando chiariranno tutte queste incongruenze, e ce ne sono decine, mi metterò il cuore in pace. Fino a quel momento dirò che Marco è stato ucciso.

Sono ancora tante le domande relative alla morte di Marco Pantani
Sono ancora tante le domande relative alla morte di Marco Pantani

Nei giorni scorsi Miradossa, uno spacciatore, ha rilasciato un'intervista a Le Iene nella quale afferma che Pantani sarebbe effettivamente stato ucciso. Pantani avrebbe preso l'ultima dose di cocaina da lui, che è stato condannato nel 2004 per direttissima. Lui però sottoscrive la tesi della mamma di Marco:

Pantani è stato ucciso. Non so perché polizia, carabinieri e giudici non siano andati a fondo con le indagini.

Indipendentemente dalle idee personali, intorno alla morte di Pantani ci sono ancora troppe domande irrisolte. Mentre mamma Tonina aspetta una spiegazione per provare a mettersi l'anima in pace. O almeno per avere finalmente una spiegazione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.