Milan, i retroscena dell'esonero di Giampaolo: così è stato silurato

Il tecnico ha ricevuto le chiamate dei dirigenti Massara, Maldini e Boban, che più di tutti ha spinto per il cambio in panchina.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una vittoria che è stata come una sconfitta. Il 2-1 del Milan sul campo del Genoa non è bastato a Marco Giampolo per salvare la panchina. Il tecnico nativo di Bellinzona ha capito per primo che il successo di Marassi non gli avrebbe consentito di restare alla guida del Diavolo. 

E infatti nella mattinata di ieri l'ex coach della Sampdoria ha ricevuto le chiamate dei dirigenti rossoneri Massara, Maldini e Boban che gli hanno comunicato la decisione presa dalla società.

A spingere più di tutti per il cambio in panchina è stato Zvonimir Boban, profondamente deluso dalle prestazioni del Milan. Secondo il croato, con Giampaolo - scelto in estate da Paolo Maldini - non sarebbero stati raggiunti gli obiettivi stagionali. Ora la speranza ai piani alti è che la situazione cambi drasticamente con Stefano Pioli, pronto a firmare un biennale a 1.5 milioni di euro. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.