Milan, ecco lo staff di Pioli: il figlio Gianmarco sarà match analyst

Con il nuovo allenatore arrivano in rossonero il vice Giacomo Murelli, il preparatore atletico Francesco Perondi e il tattico Davide Lucarelli. Il figlio Gianmarco sarà Match analyst.

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'arrivo di Stefano Pioli sulla panchina del Milan al posto dell'esonerato Marco Giampaolo implica anche una rivoluzione nello staff tecnico rossonero. Il ritorno in sella dell'ex allenatore della Fiorentina, dimissionario dalla panchina viola nello scorso aprile, permetterà anche ad alcuni collaboratori che lo hanno accompagnato nell'avventura toscana di rimettersi in gioco.

Il legame biennale da 1,5 milioni di euro a stagione di Pioli con il club rossonero sarà accompagnato a stretto giro dall'annuncio dello staff tecnico che collaborerà con l'allenatore di Parma nella sua seconda esperienza su una panchina di Milano dopo i mesi trascorsi alla guida dell'Inter 2016/2017, quando aveva ottenuto 39 dei 66 punti a disposizione in 22 partite di campionato.

Il gruppo di lavoro che sosterrà Pioli nella sua avventura alla guida del Milan, club che nelle prime sette giornate di campionato ha incassato quattro sconfitte e festeggiato tre vittorie, è quasi definito. Certa la presenza di Giacomo Murelli, storico braccio destro, come vice-allenatore, e quella del preparatore atletico Francesco Perondi. Molto probabile anche l'annuncio dell'arrivo al Milan del tattico Davide Lucarelli, mentre la vera novità sarà attestata dalla presenza nello staff di un altro Pioli: Gianmarco, che avrà il delicato ruolo di Match analyst per conto del padre.

Milan, Pioli avrà nello staff alcuni collaboratori storici
Milan, Stefano Pioli avrà nello staff alcuni collaboratori storici: c'è anche il figlio Gianmarco

Milan, alla scoperta dello staff di Pioli: Murelli, Perondi, Lucarelli e il figlio Gianmarco

A Pioli il Milan chiederà di ottimizzare le risorse a disposizione, missione già riuscita all'allenatore alla guida di Lazio, Bologna e Fiorentina, e di valorizzare i volti nuovi sin qui tenuti troppo spesso - secondo la dirigenza - fuori dai giochi da Giampaolo. La cesura con il passato, però, non sarà completa: tra i collaboratori presenti nello staff di Giampaolo resterà in rossonero Luigi Turci, preparatore dei portieri.

Milan, Stefano Pioli esordirà in panchina dopo la sosta: arriva il Lecce a San Siro
Milan, Stefano Pioli esordirà in panchina dopo la sosta: c'è il Lecce

Dei quattro nuovi innesti che l'arrivo di Pioli dovrebbe comportare nello staff tecnico rossonero, il volto storico è quello di Giacomo Murelli. Classe 1964 di San Secondo Parmense, ha condiviso con l'allenatore i primi calci a Parma, avviando un'onesta carriera da terzino tra B e C con Padova, Avellino e Bologna, e dal 2004 ad oggi lo ha seguito da vice in tutte le esperienze in panchina: Modena, Parma, Grosseto, Piacenza, Sassuolo, Chievo, Palermo, Bologna, Lazio, Inter, Fiorentina. Praticamente inseparabili, come avviene dal 2011 con Francesco Perondi, "il prof". Il 65enne di Schinevoglia, poco più di 1000 anime nel Mantovano, è nella squadra dai tempi del Bologna. Docente ai corsi centrali di Coverciano, ha scritto anche un libro, "L'allenamento fisico nei dilettanti: metodologia per tutti". Dovrà riproporlo anche tra i pro, con un Milan chiamato a rincorrere avversari e classifica.

La formazione del Milan scesa in campo contro il Genoa sabato 5 ottobre
La formazione del Milan scesa in campo contro il Genoa nell'ultimo turno di Serie A

Chi ha preceduto di un anno e qualche mese l'arrivo di Perondi nell'elenco dei "fedelissimi" di Pioli è invece Davide Lucarelli. Una vita da difensore centrale in diverse squadre professionistiche, toccando i livelli più alti nelle sei stagioni giocate in Serie A tra Avellino, Pisa e Cremonese, il 56enne di Pistoia lavora con il nuovo allenatore del Milan dai tempi del Chievo Verona. Da quel 2010 è sempre stato l'assistente di campo, quello più attento alla tattica e con un occhio particolare alla fase difensiva. Si avvarrà anche lui dei video confezionati da Gianmarco Pioli. Secondogenito di Stefano, 27 anni, dopo aver giocato nei dilettanti allo Juventus Club Parma (Prima Categoria), si è specializzato come Match analyst accompagnando suo padre tra Inter e Fiorentina. Come Carlo Ancelotti e Cesare Prandelli, anche Pioli coinvolge suo figlio nei progetti tecnici. Un affare di famiglia, nel segno di compattezza e professionalità: doti richieste al nuovo Milan per superare la crisi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.