Milan, la Curva Sud: "Stufi di essere presi in giro"

Duro comunicato della Curva Sud rossonera contro la società.

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Momento delicato in casa Milan. Dopo appena sette giornate di campionato, il club ha deciso di esonerare Marco Giampaolo e chiamare al suo posto Stefano Pioli. Una scelta che la tifoseria non ha preso affatto bene, come testimoniato dal durissimo comunicato della Curva Sud milanista che ha attaccato pesantemente la società: 

Abbiamo appoggiato il nuovo progetto di una squadra fatta di giovani, accettando a malincuore il fatto di non poter vedere arrivare top-player, almeno per il momento. Abbiamo assistito sgomenti alla fallimentare gestione di Giampaolo, scelta fortemente voluta dalla dirigenza attuale e gettata alle ortiche, dopo neanche tre mesi di lavoro (giustamente). Abbiamo visto un mercato estivo caratterizzato dai tanti obiettivi sfumati, rimpiazzati all’ultimo da altri giocatori mai menzionati prima per il progetto del nuovo Milan. Oggi, dopo tutto questo, ci troviamo di fronte ad un cambio di rotta, l’ennesimo di questi ultimi anni

Il comunicato prosegue così:

Non vogliamo esprimerci dal punto di vista tecnico sulla scelta del nuovo allenatore, a quello penserà come sempre il rettangolo di gioco. La cosa che ci lascia sconcertati è che la società, che aveva scelto un altro tecnico per la nostra panchina, senza peraltro comunicare tempestivamente l'esonero al vecchio allenatore, ha ripiegato su un altro nome, mettendo in risalto nuovamente tutta la sua debolezza e non riuscendo neanche questa volta ad ottenere ciò che realmente voleva. Dimostrare significa far vedere di essere all'altezza della storia del nostro Milan, in campo, in panchina, ma prima ancora negli uffici di via Aldo Rossi, perché è proprio dalle scelte dei vertici che dipendono poi i risultati di un'azienda, è proprio dalla sede che si costruisce una società sana e forte. I tifosi rossoneri sono stufi di essere presi per il culo, noi non meritiamo e non accetteremo mai più questo spettacolo indegno!

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.