Borussia Moenchengladbach primo in Bundesliga: non succedeva dal 1998

I Fohlen, prossimi avversari europei della Roma, comandano a sorpresa la classifica del campionato tedesco. L'ultima volta era successo oltre 20 anni fa.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

C'è una curiosità che riguarda la Bundesliga. Anzi, riguarda la capolista del massimo campionato tedesco. Mönchengladbach, infatti, in passato si chiamava München Gladbach. Prese la denominazione attuale affinché non si pensasse (specie all'estero) che fosse in qualche modo una città legata a Monaco o peggio ancora che fosse un sobborgo del capoluogo bavarese (che in tedesco si dice appunto München).

Da ieri (e almeno per le prossime due settimane, visto che c'è la sosta per le nazionali) il Borussia ha riportato la propria città di appartenenza al centro del calcio tedesco, esattamente come succedeva negli anni 70. Quello il periodo nel quale i Fohlen hanno raggiunto i traguardi più importanti, vincendo ben 5 volte la Bundesliga (l'ultima nel 1977), riuscendo a essere la prima squadra a vincere il massimo campionato tedesco due volte di fila (1970 e 1971).

Con il 5-1 sull’Augsburg, il Borussia è tornato in testa alla Bundesliga dopo 8 anni. In quell'occasione era però la terza giornata del 2011-12 e i Fohlen erano primi per differenza reti, avendo raccolto gli stessi punti (7) dell'Hannover. Ora la situazione è diversa, ora sono primi da soli. E questo non succedeva addirittura dal 1998. Al momento sono i migliori in Germania. Significativo, anche perché il prossimo 24 ottobre sfideranno la Roma in Europa League. Per i giallorossi non sarà una serata semplice.

Il Borussia Moenchengladbach è primo in classifica in Bundesliga
Il Borussia Moenchengladbach è primo in classifica in Bundesliga

Bundesliga, il Borussia Moenchengladbach è primo in classifica

Sabato tutte le avversarie avevano frenato, tra pareggi e sconfitte in casa (Bayern). Ieri il Gladbach ha effettuato il sorpasso e sulla sua scia si è messo anche il Wolfsburg, secondo a quota 15 con il successo (1-0) sull’Union. Il merito del successo del Gladbach di quest'anno è da attribuire a Marco Rose, tecnico che negli anni scorsi si è messo in luce con il Salisburgo, portandolo fino ala semifinale di Europa League nel 2018. Il suo Borussia gioca a ritmi alti, pressa gli avversari a tutto campo e parte subito in contropiede quando recupera palla. La sua mano si vede già.

Ottimo l'impatto dei nuovi acquisti: Lainer, voluto fortemente da Rose (stavano insieme a Salisburgo), sulla fascia è un treno. Dopo il fallimento con lo Schalke sta finalmente facendo bene Embolo (già a quota 3 gol stagionali), mentre Marcus Thuram (figlio di Lilian) è fondamentale nel gioco di Rose: con la sua forza fisica crea spazio per i compagni, al tempo stesso è però anche veloce e bravo tecnicamente, un vero attaccante moderno. Tutto questo regala al cub il miglior inizio di campionato degli ultimi 43 anni. Tra ironia e convinzione, i tifosi ieri hanno intonato canzoni sul titolo. I cori erano diretti col megafono da Patrick Herrmann, autore di una doppietta contro l'Augsburg e talento del settore giovanile del club. E in testa alla Bundesliga c'è una sorpresa. Creata da tante curiosità.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.