André Silva continua a segnare: l'ex Milan vive un momento d'oro

Il portoghese è già a quota tre reti in Bundesliga per una media di un gol ogni 120 minuti giocati. E per i rossoneri comincia a essere un grosso rimpianto.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Gol, gol e ancora gol. E sono già tre nelle ultime tre partite. André Silva all'Eintracht di Francoforte sta andando fortissimo. In Bundesliga, tolto l'esordio contro l'Augsburg, ha sempre segnato. Ha fatto male prima al Borussia Dortmund (partita pareggiata 2-2), poi all'Union Berlino (gara vinta 2-1) e poi al Werder Brema (altro pareggio per 2-2). Insomma, tre gol che hanno tutti portato punti al club tedesco. Facendo sorgere un dubbio nei milanisti: ma se darlo via fosse stato un errore?

Per il momento i numeri danno ragione al portoghese. Ante Rebic, arrivato a Milano proprio da Francoforte, ha giocato appena 63 minuti in Serie A, senza mai riuscire a segnare. Insomma, l'impatto è stato di gran lunga migliore quello di André Silva. Non solo in realtà: perché l'attaccante portoghese all'Eintracht è indispensabile (non ha saltato nemmeno un minuto di gioco), mentre il croato in rossonero sta facendo fatica a inserirsi.

Insomma, nello scambio di prestiti (entrambi biennali con diritto di riscatto) al momento sembra averci guadagnato l'Eintracht. Anzi, sembra averci guadagnato André Silva, che dopo un'estate da globetrotter (partito da Siviglia, ha fatto le visite mediche con il Monaco, prima di tornare a Milano e andare poi a Francoforte) ha finalmente trovato la propria dimensione.

André Silva esulta dopo il gol segnato con l'Eintracht Francoforte
André Silva esulta dopo il gol segnato con l'Eintracht Francoforte

André Silva non smette più di segnare: già a quota 3 con l'Eintacht Francoforte

Proprio per porre fine a un'estate e a un periodo non del tutto facile, André Silva ha spinto affinché la trattativa con l'Eintracht si chiudesse, come da lui stesso raccontato ai media tedeschi:

Volevo venire assolutamente, l'ho detto in maniera chiara ai dirigenti del Milan. Io avevo le idee chiare, la cosa doveva andare in porto. Avevo la sensazione che a Francoforte sarei stato felice. Una volta deciso di venire all'Eintracht nulla mi avrebbe fermato e non ho permesso a niente e a nessuno di mettermi i bastoni fra le ruote. Non ho sofferto per i 35 milioni che il Milan ha speso per me, le cifre nel calcio sono sempre più alte, quindi parametrarsi ai numeri di mercato non ha senso. Voglio essere giudicato solo per le mie prestazioni.

Vota anche tu!

Il Milan ha sbagliato a vendere André Silva?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Al momento però parlano a suo favore sia i numeri che le prestazioni. Al Milan nessuno è riuscito a segnare 3 gol come ha fatto lui all'Eintracht. L'unico che gli si avvicina è Piatek, che però ha segnato entrambe le reti (contro Verona e Torino) su calcio di rigore. L'unica cosa che può spaventare i tifosi tedeschi è che l'anno scorso André Silva aveva segnato 7 gol nelle prime 7 giornate di Liga con i Siviglia. Poi ha finito la stagione con altre due sole reti nelle restanti 20 partite disputate. Questa volta il portoghese deve invece continuare a segnare con continuità. L'Eintracht ci crede. Anche perché nelle ultime tre partite ha sempre segnato. Gol, gol, e ancora gol. Tutti pesanti. Meglio di così...

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.