Serie A, le pagelle di Roma-Cagliari: Olsen frena i giallorossi

All'Olimpico i giallorossi vengono fermati dalle parate dell'ex portiere svedese e recriminano nel finale per un gol annullato a Kalinic che fa infuriare Fonseca.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Frena la Roma di Paulo Fonseca, che all'Olimpico non va oltre l'1-1 contro il Cagliari nella settima giornata di Serie A: un risultato figlio della scarsa precisione in fase di finalizzazione dei giallorossi e della giornata di grazia di Robin Olsen, ex che in più occasioni nega la gioia del gol soprattutto a Nicolò Zaniolo, il migliore dei suoi ma poco assistito da uno Dzeko sottotono. Sono sicuramente due punti persi per i padroni di casa, che nel finale si vedono annullare in modo controverso il gol della vittoria siglato da Kalinic.

In assenza di Lorenzo Pellegrini il tecnico della Roma Fonseca si affida a Veretout, che fa la spola tra il centrocampo e la trequarti avversaria ma senza trovare lo spunto per imbeccare a dovere le punte. I giallorossi dominano comunque il gioco, costringendo l'ex Olsen a un bell'intervento su Zaniolo. A portarsi in vantaggio sono però sorprendentemente gli ospiti, che passano su rigore realizzato da Joao Pedro - è il VAR a rilevare un tocco di mano di Mancini - ma vengono raggiunti 5 minuti più tardi quando Ceppitelli realizza un autogol nel tentativo di intercettare un cross dalla destra di Kluivert. La partita è piacevole, i padroni di casa hanno un'altra occasione con Dzeko ma nel finale devono trattenere il fiato quando Simeone potrebbe avere la palla buona per il 2-1 e viene chiuso da Spinazzola.

Dopo l'intervallo la Roma prende sempre più campo, schiacciando il Cagliari nella propria metà campo a difesa della porta di Olsen. È un monologo dei giallorossi, che però per mancanza di precisione e per le belle parate di Olsen - che si supera ripetutamente su Zaniolo - non riescono a trovare il gol della vittoria: Fonseca si gioca nel finale la carta Kalinic, che effettivamente va a segno a tempo quasi scaduto ma si vede annullare il gol per una spinta ai danni di Pisacane causando l'ira del tecnico portoghese. L'ultima occasione capita sulla testa del serbo ex Fiorentina e Milan, che però mette alto: il fortino di Maran resiste e il Cagliari torna a casa con un punto importante, a Dzeko e compagni restano i rimpianti.

Serie A, Roma-Cagliari
Serie A, Roma-Cagliari, è caos

Serie A, le pagelle di Roma-Cagliari 1-1

Roma (4-2-3-1): Pau Lopez 6; Spinazzola 6 (80' Santon 6), Mancini 5, Smalling 6, Kolarov 6,5; Cristante 5,5, Diawara 6 (30' Antonucci 6, 74' Kalinic 5,5); Zaniolo 7, Veretout 5,5, Kluivert 6,5; Dzeko 5,5. All.: Fonseca 6.

Cagliari (4-3-1-2): Olsen 7,5; Cacciatore 6, Ceppitelli 5,5, Pisacane 6, Pellegrini 5,5 (81' Mattiello SV); Nandez 6, Cigarini 6, Rog 5,5; Nainggolan 6 (75' Ionita 6); Joao Pedro 6,5, Simeone 5 (59' Castro 6). All.: Maran 6,5.

I migliori

Robin Olsen 7,5

Forse a Roma non lo rimpiangono, visto l'ottimo impatto dello spagnolo Pau Lopez, ma certo è che l'Olsen di Cagliari è tutt'altra cosa rispetto a quello visto nella Capitale e forse i giudizi negativi su di lui sono stati un po' frettolosi. Ancora abbastanza timido nelle uscite, si rifà alla grande tra i pali e contro gli ex compagni è protagonista di almeno quattro interventi davvero importanti su Dzeko e Zaniolo, con cui ingaggia e vince un duello a distanza.

Nicolò Zaniolo 7

Il migliore della Roma, se non altro perché preso atto della giornata poco ispirata dei compagni di reparto cerca di risolvere la gara personalmente impegnando diverse volte Olsen. Lo svedese gli nega il gol in più occasioni e forse in un paio di circostanze pecca di precisione, ma certo è che tra i padroni di casa è di gran lunga il più pericoloso.

I peggiori

Giovanni Simeone 5 

Si fa notare soltanto per una brutta entrata da dietro su Smalling che gli costa il cartellino giallo, per il resto prova a rendersi utile senza riuscirsi, tanto fumo e pochissimo arrosto. Cagliari può essere la sua occasione per riprendere la crescita che si è fermata nel secondo anno a Firenze, ma certo è che serviranno prove più importanti di quella di oggi per recitare un ruolo da protagonista in Serie A.

Gianluca Mancini 5 

L'adattamento nella difesa a quattro si sta rivelando più difficile del previsto per l'ex centrale dell'Atalanta, colpevole in occasione del fallo di mano che porta al vantaggio del Cagliari, un gol che pesa enormemente sul risultato finale. A parte questo episodio sembra spesso goffo e in difficoltà nonostante la scarsa spinta offensiva degli ospiti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.