La pazza idea di De Gea: il portiere vuole comprare l'Elche

Il portiere dei Red Devils pensa all’acquisto dell’Elche, club di seconda divisione spagnola: operazione da 16 milioni di euro.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

In estate ha rinnovato il suo contratto con il Manchester United, club in cui milita dal 2011, firmando fino al 2023 e migliorando il suo stipendio a circa 15 milioni di euro a stagione per i prossimi quattro anni. Numeri che valgono il titolo di portiere più pagato al mondo, così David De Gea sta pensando a degli importanti investimenti nel mondo del calcio.

Il portiere spagnolo dei Red Devils, giocatore più pagato dell'intera rosa, starebbe infatti meditando un acquisto clamoroso: quello di una società di calcio della sua nazione. Si tratta dell'Elche, oggi militante nella Segunda Division e in dodicesima posizione nel suo campionato di competenza. Il costo dell'operazione, secondo quanto riportato dal quotidiano catalano Sport, sarebbe di circa 16 milioni di euro.

Tifoso dell'Elche, simpatia manifestata senza problemi in passato da De Gea, che è nato a Madrid il 7 novembre 1990, il portiere starebbe pensando alla possibilità di acquistare il club. L'Elche, per ammissione del suo massimo azionista José Sepulcre, è in vendita. La trattativa con l'imprenditore argentino Christian Bragarnik, in corso da alcune settimane, si è però raffreddata. Così il portiere dello United potrebbe inserirsi nell'affare.

 Manchester United, il portiere De Gea pensa all'acquisto dell'Elche
Manchester United, David De Gea pensa all'acquisto dell'Elche

Manchester United, De Gea pensa all'Elche: operazione da 24 milioni di euro

Le cifre dell'operazione sono già state diffuse. Sepulcre potrebbe cedere per una cifra di 24 milioni di euro, di cui 18 nelle tasche dell'attuale proprietario dell'Elche attraverso l'acquisto che De Gea farebbe delle quote della società Tenama Inversiones. Nonostante l'opzione Bragarnik sia ancora presente, De Gea sembra in pole per acquisire il club con sede nella Comunità Valenciana. Questione di cuore: suo padre è originario della città che ospita il club Franjiverde.

View this post on Instagram

Proud & Happy

A post shared by David De Gea (@d_degeaofficial) on

A Elche, comune di 230mila abitanti, De Gea ha trascorso parte della sua infanzia e ora potrebbe far ritorno in una veste completamente nuova: proprietario della squadra locale di calcio, che ha giocato in Liga per l'ultima volta nella sua storia nella stagione 2014/2015. Il portiere seguirebbe così le orme di altri colleghi che hanno acquistato club, come fatto ad esempio dal centrale del Barcellona Gerard Piqué con l'FC Andorra. Lo stadio Martinez Valero, dove De Gea ha vissuto i primi passi da spettatore nello sport che l'ha reso celebre, potrebbe diventare casa sua. Da frequentare, compatibilmente con gli impegni con lo United e la nazionale spagnola, in tribuna d'onore. Con un ruolo totalmente diverso: proprietario.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.