Liga, Barcellona-Siviglia 4-0: Suarez e Messi rovesciano Lopetegui

La squadra di Valverde trascinata al secondo posto dalle prodezze dei due campioni: gol in acrobazia per il Pistolero, risponde la Pulga su punizione nel secondo tempo.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sarà ancora una volta una questione tra Barcellona e Real Madrid. È il verdetto della Liga in questo avvio di stagione: dopo otto giornate di campionato, sono appena due i punti che separano le rivali in classifica. Casa Blanca a 18, Blaugrana 16. E tra due giornate al Camp Nou è in programma il Clasico.

È stata brava la squadra di Valverde a rispondere alla vittoria di ieri del Real contro il Granada. Non c'è stata storia per il Siviglia, che ha fatto di tutto per aggredire gli avversari a inizio partita, senza però sortire alcun effetto. Se non quello di svegliare il Pistolero.

Super gol in rovesciata di Luis Suarez, capace di inventarsi una giocata che fa il paio con quella ammirata in Champions. A segno nel primo tempo anche Vidal e Dembele (espulso per proteste nel finale). Nella ripresa c'è gloria anche per Leo Messi. Punizione capolavoro a un quarto d'ora dal termine e primo gol nella Liga.

Leo Messi, BarcellonaGetty Images
L'esultanza di Messi dopo il gol su punizione

Liga, Barcellona-Siviglia: la cronaca del match

Divertente a dir poco il primo tempo al Camp Nou. Partono meglio gli ospiti, che dimostrano di voler spaventare la squadra di Valverde, incapace di servire nel modo giusto i propri attaccanti. Mancano le giuste distanze tra i reparti, con il Siviglia capace di inserirsi tra le linee nemiche.

È il caso di Ocampos, che in un paio di circostanze riesce a trovare libero Luuk De Jong. L'ex centravanti del PSV però si dimostra impreciso sotto porta, complici anche un paio di interventi niente male di ter Stegen. Ma contro il Barcellona non puoi sperare di farla franca. Ed ecco che la tempesta blaugrana si abbatte puntualmente sugli andalusi.

Tre gol in otto minuti. Si comincia alla grandissima, con la rovesciata di Suarez sul cross da sinistra di Semedo. Il Pistolero si libera al centro dell'area e trova la coordinazione giusta per battere Vaclik. È solo l'inizio. Passano cinque minuti e arriva anche il raddoppio, stavolta la firma è di Vidal. Chiude il discorso Dembele con un'azione personale. Troppo facile per il Barça, che va negli spogliatoi con tre gol di vantaggio.

La magia di Leo Messi

Il secondo tempo assomiglia per molti versi al primo. Lopetegui cerca di dare la scossa con un doppio cambio: dentro sia Jordan che El Haddadi, che prendono il posto di Torres e Nolito. Bastano quattro minuti al Siviglia per creare la prima palla gol.

Sempre De Jong protagonista, bravo a rubare il pallone ad Arthur davanti all'area di rigore, ma davanti a ter Stegen calcia in diagonale sul palo. Continua la maledizione per l'attaccante olandese, ancora a secco nella Liga. Il Barcellona cerca quindi di amministrare il vantaggio.

Valverde inserisce due palleggiatori come Busquets e Rakitic al posto di due incursori come Arthur e Vidal. Squadra più attenta e con più equilibrio. Manca solo la ciliegina sulla torta del Barcellona. E chi meglio di Messi potrebbe completare l'opera?

Punizione capolavoro a meno di un quarto d'ora dalla fine. Palla all'incrocio e primo gol in questo campionato per il fenomeno argentino. I blaugrana ritrovano il sorriso e anche quest'anno sarà sfida Barcellona-Real Madrid per il titolo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.