Caos a Roma-Cagliari: espulso Fonseca, Petrachi: "Partita falsata"

Al triplice fischio succede di tutto, l'allenatore dei giallorossi entra in campo per chiedere spiegazioni all'arbitro Massa.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Caos al termine della partita di Serie A tra Roma e Cagliari, in occasione della rete annullata a Nikola Kalinic. L'attaccante croato segna, ma dopo aver spinto Pisacane, che va a sbattere su Olsen e gli impedisce l'intervento, lasciando così al giocatore giallorosso la porta sguarnita. I calciatori della Roma esultano, l'arbitro Massa però non convalida il gol e inizia a prendere tempo, iniziando la consultazione con il Var.

Mentre Pisacane era a terra, in quel lungo periodo anche la panchina della Roma era andato a controllare i monitor. E dal momento che dal loro punto di vista non sarebbe stata da annullare la rete, questo ha scatenato la protesta di Fonseca, che è andato a chiedere spiegazioni all'arbitro in mezzo al campo, prendendosi due cartellini gialli e conseguente espulsione.

Stessa sorte è capitata al preparatore atletico Nuno Filipe Viana Romano, che ha applaudito ironicamente e ripetutamente la terna arbitrale. In sostanza la Roma era convinta (erroneamente) che il gol fosse stato subito convalidato, così ha accolto con stupore la ripresa del gioco con calcio di punizione in favore del Cagliari.

La protesta della Roma, Serie A
Serie A, la Roma protesta

Serie A, caos al termine di Roma-Cagliari

Emblematiche anche le immagini immediatamente successive alla rete, in cui Dzeko chiede a Kalinic se il gol sia valido, ricevendo in risposta "non lo so" dall'attaccante croato. Al termine dell'incontro di Serie A tra Roma e Cagliari ci ha pensato il ds Petrachi a riportare il punto di vista del club giallorosso ai microfoni di SkySport:

Siamo molto amareggiati, perché non è il primo torto che subiamo. Partiamo dalla mano netta di Denswill, dove nessuno prende la decisione di chiamare il Var, stesso discorso con il Lecce. lo dico per onore di cronaca, sennò sembriamo matti. Oggi atteggiamento dell'arbitro indisponente dall'inizio della partita, creando nervosismo in una gara tranquilla. Diawara prende nettamente il pallone, l'arbitro sta a due metri e dà punizione dal limite. Credo che l'episodio del gol finale, con tutto il rispetto di Maran è normale che debba dire che la spinta c'è stata, è un episodio che conosciamo tutti, tutti abbiamo giocato a calcio, non siamo a teatro. Kalinic ha rubato il tempo al ragazzo, Olsen gli va a sbattere addosso e lo prende in pieno. Gli ha preso il tempo, sono cose normali che accadono in area di rigore. Impensabile annullare un gol del genere, il calcio è un gioco maschio. Non voglio parlare da un punto di vista personale, è talmente oggettivo il fatto che ci sia stato un contatto, ma è un contatto normale. Trovo veramente assurdo annullare un gol così, se lo vedono in Inghilterra si mettono a ridere. Per di più, non lo vanno nemmeno a vedere al Var. Nemmeno a pensare "ho fatto una cazzata, meglio se vado a rivedere". Contro di noi vanno sempre vedere niente, c'è qualcosa che mi sfugge. Per quanto mi riguarda la partita è stata falsata da un errore tecnico dell'arbitro, questo è il mio punto di vista.

La protesta di Garcia e di Pallotta

Anche Garcia ha parlato al termine dell'incontro:

Ho meritato l'espulsione, non ho dubbi su questo. Ma se ho parlato è perché nel primo tempo il fallo di Diawara non esiste, perché non ha consultato il Var? Dopo il gol l'arbitro parla con il giocatore del Cagliari e vede che non è fallo. Dopo la situazione l'arbitro parla con i giocatori e cambia decisione. Inizialmente dice di no ai giocatori. Poi perché non ha consultato il Var? Lui parla con i giocatori e dice no.

Attraverso il suo profilo Twitter, il presidente Pallotta ha commentato così:

Non sono sicuro di quale partita abbia visto oggi contro l'arbitro. Ancora una volta incredibile. Stufo e stanco di questa merda che ci sta costando le partite. Troppe volte è già successo quest'anno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.