Bayern Monaco, il declino di Muller: in panchina per 5 gare di fila

Con l'arrivo di Coutinho in Baviera il tedesco ha perso spazio. In carriera non era mai stato escluso dalla squadra titolare per un periodo così lungo.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una riserva. Non c'è nulla di male a esserlo, a meno che non capita a una leggenda. Thomas Muller non riesce più a giocare. Non con continuità, non come vorrebbe. Sono cinque partite di fila che mister Niko Kovac lo lascia in panchina. Non è stato schierato fra i titolari né in Champions League né in Bundesliga. Il Bayern Monaco ormai se la cava senza di lui. E Muller, di fatto, viene dunque declassato in casa propria.

Con l'acquisto di Coutinho in estate in molti avevano pensato che Muller avrebbe finito per perdere spazio. In realtà inizialmente i due sembravano in ballottaggio. Una volta giocava il brasiliano, la volta dopo il tedesco. Nel 4-2-3-1 di Kovac, con Lewandowski che al momento è insostituibile, l'unica opzione per Coutinho e Muller è giocare da trequartista centrale. Ma c'è spazio solo per uno dei due.

Il problema è proprio questo. Kovac si è reso conto che con Coutinho il Bayern Monaco gira meglio. Inoltre l'acquisto del brasiliano è stato avallato da Lewandowski, sempre più leader all'interno dello spogliatoio. Non un caso che il polacco abbia più volte sottolineato di trovarsi a meraviglia con l'ex giocatore di Inter, Liverpool e Barcellona. Fra i due c'è feeling, e a rimetterci è proprio Muller.

Bayern Monaco, Thomas Muller ormai ha perso il posto
Bayern Monaco, Thomas Muller ormai ha perso il posto

Bayern Monaco, Muller ormai è panchinaro

Dopo un breve (brevissimo) periodo di adattamento Coutinho sta giocando con maggiore continuità. C'è un dato che fa capire quanto il brasiliano sia considerato da Kovac molto più importante di quanto non lo sia Muller: nelle ultime 5 partite (fra Bundesliga e Champions League), Thomas è partito dalla panchina. Su 450 minuti Muller ne ha giocati appena 66. Coutinho è invece rimasto in campo per 443 minuti. La differenza è evidente, non può essere casuale. Muller ormai è una riserva, più precisamente la riserva di Coutinho.

Vota anche tu!

Ti piacerebbe vedere Muller in Italia?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

In carriera a Muller non era mai successo di partire dalla panchina in 5 gare consecutive. Fin dalla sua prima stagione da professionista (2009-10) ha sempre giocato con continuità. Van Gaal non lo toglieva mai, al punto che anche Low lo convocò subito in nazionale dandogli una maglia da titolare perfino ai Mondiali in Sudafrica. Dalla fine della stagione 2015-16 in poi, quando segnò 20 gol in Bundesliga (suo record personale) le cose per Muller sono però cambiate drasticamente. Negli ultimi 3 campionati ha realizzato appena 19 reti complessive (meno che nel solo 2015-16). A soli 30 anni (compiuti a settembre) nessuno sembra più credere in lui. Escluso dalla nazionale, ai margini del Bayern Monaco. Thomas Muller, ormai, è a tutti gli effetti una riserva.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.