Roma, lungo stop per Zappacosta: da inizio anno dieci infortuni

Da Pastore al terzino di proprietà del Chelsea: una quantità irreale di affaticamenti, lesioni e fratture che rischia di minare la stagione giallorossa.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Continua la maledizione infortuni per la Roma. Nell'ultimo allenamento, per un problema al ginocchio, si è fermato Davide Zappacosta: il terzino di proprietà del Chelsea ha effettuato a Villa Stuart la risonanza magnetica che ha confermato la rottura del crociato. Il difensore verrà operato già in serata e ne avrà per almeno sei mesi.

Non sembra quindi svuotarsi l'infermeria in casa Roma. L'infortunio al crociato ha già colpito in precedenza diversi giocatori capitolini, come Florenzi, Rudiger, Mario Rui, Nura, Emerson Palmieri, Luca Pellegrini, Karsdorp e Strootman. Una vera e propria maledizione che ha bastonato anche la Primavera, vedi i casi Tumminello, Ganea, Capradossi, Ponce e Sdaigui. L'ultimo in ordine tempo a infortunarsi al crociato era stato il giovane Bouah, al quale è stato rinnovato il contratto dopo il secondo lungo stop in pochi mesi.

Eppure, dopo i tantissimi infortuni di natura muscolare della scorsa stagione, il presidente Pallotta aveva deciso di rivoluzionare lo staff medico della Roma, riavvalendosi della consulenza di Ed Lippie e nominando un nuovo medico sociale, Massimo Manara, al posto dei licenziati Del Vescovo e Stefanini. È cambiato anche lo staff tecnico e con questo i preparatori atletici, ma il problema pare ancora distante dalla sua risoluzione.

Diego Perotti, esterno offensivo della Roma
A causa dei tanti infortuni, nell'ultima stagione Diego Perotti ha giocato soltanto 15 partite

Roma, si ferma Zappacosta: è il decimo infortunio da inizio stagione

L'infortunio di Zappacosta è il decimo di questo tribolato inizio di stagione. La cosa preoccupante è che in un anno zeppo di infortuni come quello passato (furono più di cinquanta), si arrivò a quota dieci soltanto a fine novembre. L'aver raggiunto questo numero con quasi due mesi di anticipo non fa altro che aumentare dubbi sulla modalità degli allenamenti e sulla condizione dei campi del centro sportivo di Trigoria. Anche se in una recente intervista a “Il Romanista”, l'esperto fisiatra Giorgio Sassetti ha escluso che gli infortuni possano essere provocati dai rettangoli verdi del Fulvio Bernardini:

Per farsi male occorrerebbero buche e fondi durissimi. Come può un club che gioca ai massimi livelli andarsi a cercare infortuni in casa propria?

Di seguito, tutti gli infortuni patiti dai giallorossi. Nell'elenco non abbiamo considerato Jordan Veretout, infortunatosi con la maglia della Fiorentina ma fermo fino a inizio settembre, Mert Cetin, operato ai denti del giudizio, e il febbricitante Alessandro Florenzi, che con ogni probabilità salterà la prossima gara con il Cagliari.

Javier Pastore

Protagonista del primo stop stagionale a causa di un affaticamento muscolare, il trequartista è rimasto fermo dalla partita con il Perugia di fine luglio all'ultima amichevole contro l'Arezzo del 17 agosto.

Il trequartista della Roma Javier Pastore
Vittima di tanti stop nelle ultime stagioni, Javier Pastore ha inaugurato gli infortuni muscolari della Roma in questa stagione

Leonardo Spinazzola

Evento distrattivo a carico del bicipite femorale sinistro: questa la diagnosi dello staff medico dopo l'infortunio del terzino, costretto a saltare le prime due giornate di campionato.

Diego Perotti

L'esterno argentino si è procurato una lesione al retto femorale sinistro alla viglia del match contro il Genoa. I tempi di recupero sono stati stimati tra i 45 e i 60 giorni: ad oggi ne sono passati quasi quaranta, quindi dovrebbe rientrare dopo la sosta per le Nazionali.

Davide Zappacosta

Avrebbe dovuto giocare titolare il derby e invece si fece male nel riscaldamento. Lesione di secondo grado al soleo e un mese di stop.

Cengiz Under

L'esterno turco si è infortunato con la sua Nazionale: lesione al bicipite femorale della coscia destra. Passato il mese di stop, come Perotti dovrebbe essere pronto dopo la sosta.

L'esterno della Roma Cengiz Under
Due gare da titolare contro Genoa e Lazio e poi l'infortunio: Under rientrerà dopo la sosta

Chris Smalling

Dieci giorni dopo il trasferimento, il centrale turco ha subìto un affaticamento muscolare che gli ha impedito di giocare contro Sassuolo, Istanbul Basaksehir e Bologna.

Leonardo Spinazzola (2)

Costretto a uscire nel secondo tempo di Roma-Atalanta per un problema all'adduttore, l'ex juventino è riuscito a recuperare per l'incontro successivo con il Lecce.

Lorenzo Pellegrini

Già a mezzo servizio per colpa di una fascite plantare, il numero sette giallorosso è stato costretto ad andare sotto i ferri per la riduzione chirurgica di una frattura al quinto metatarso del piede destro. Tempi di recupero stimati in 1-2 mesi, dovrebbe tornare tra la 12° e la 15° giornata.

Il calciatore della Roma Lorenzo Pellegrini
Lorenzo Pellegrini, costretto al cambio nel secondo tempo di Lecce-Roma

Henrikh Mkhitaryan

Meno grave lo stop dell'armeno, che ne avrà per tre settimane a causa della lesione all'adduttore della gamba destra rimediata nell'allenamento post-Lecce. Rientrerà a fine mese.

Davide Zappacosta (2)

Tornato ad allenarsi in gruppo questa settimana dopo l'infortunio patito nel derby, ha partecipato dalla panchina alla trasferta in Austria con il Wolfsbreger. Poi la doccia fredda: rottura del crociato senza nemmeno il tempo di rientrare in campo. Come abbiamo scritto ad inizio articolo, il terzino dovrebbe tornare tra sei mesi, tuttavia la sua esperienza alla Roma potrebbe essere già terminata, visto che il prestito dal Chelsea scadrà ufficialmente a gennaio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.