Real Madrid, i media rivelano le regole interne e le relative multe

Multe che possono arrivare fino a 3mila euro per chi si presenta in ritardo agli allenamenti, supera il peso forma o utilizza il cellulare in modo inappropriato: lo spogliatoio delle merengues messo a nudo da Cuatro.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

A tutti è capitato di domandarsi quali siano le norme che regolano la quotidianità dello spogliatoio di un grande club, come siano articolate nello specifico e quali siano le cose più o meno tollerate. In Spagna fa parlare proprio in queste ore l'incredibile esclusiva del canale televisivo Cuatro, capace di svelare al mondo intero, documenti alla mano, quelle che riguardano il Real Madrid, che pur reduce da un periodo tutt'altro che brillante resta forse il più grande e importante club al mondo.

Sorprendentemente, le regole a cui sono sottoposti Sergio Ramos e compagni non sono molto differenti da quelle di qualsiasi altri club: le più grandi stelle in circolazione sono pur sempre - o forse proprio per questo motivo - veri professionisti e come tali devono comportarsi a prescindere, soprattutto per quel che riguarda la puntualità alle sessioni di allenamento, l'attenzione all'immagine e alla forma fisica e l'utilizzo del cellulare. 

Tanto per cominciare, i documenti raccolti da Cuatro mostrano la regola che prevede che i giocatori in forza al Real Madrid debbano presentarsi al centro sportivo di Valdebebas almeno 45 minuti prima di ogni sessione di allenamento: 5 minuti di ritardo si traducono in una multa di 250 euro, che diventano 500 in caso di un quarto d'ora di ritardo e via via fino a raggiungere quota 1000. Saltare l'allenamento senza una valida giustificazione di euro ne costa 3000, oltre ovviamente ad avere ripercussioni anche nelle scelte di Zinedine Zidane.

Il Real Madrid in allenamento

Real Madrid, multe da 250 fino a 3000 euro per chi non rispetta il codice interno

Anche la forma fisica è molto importante, e del resto hanno fatto parlare non poco le condizioni in cui è arrivato in estate Eden Hazard. Decisamente sovrappeso, è probabile che il belga abbia dovuto pagare fin da subito diverse sanzioni destinate a chi supera il peso forma stabilito dallo staff medico: si va dai 250 euro della prima infrazione ai 1000 per chi è recidivo, stessa cifra che è costretto a pagare chi lascia la città per ragioni legate a media o sponsor non autorizzate precedentemente dal club. 

Infine l'utilizzo del telefono cellulare, un male figlio dei tempi moderni e che le merengues non tollerano assolutamente né sul lettino del fisioterapista, né ovviamente durante gli allenamenti o le riunioni tattiche. Non è permesso di farne uso neanche durante i viaggi in pullman, e anche in questo caso le multe oscillano dai 250 ai 1000 euro a seconda di quante volte la regola è stata infranta. Nelle trasferte i giocatori non possono ricevere visite mentre nelle conferenze stampe devono sempre indossare l'abbigliamento ufficiale del club.

Interessante infine la regola che riguarda i calciatori che non vengono convocati in occasione delle gare in casa: chi non va nemmeno in panchina deve comunque presenziare alla partita, presentandosi al Bernabeu in orario e quindi sostenendo i compagni dalla tribuna almeno fino all'80esimo minuto di gioco, quando scatta la possibilità di poter tornare a casa. In quest'ultimo caso è noto quanto accaduto con Gareth Bale, che lo scorso gennaio lasciò lo stadio ben prima mentre i compagni erano impegnati con la Real Sociedad scatenando le ire di Florentino Perez.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.