WWE e AEW, prima notte del testa a testa fra NXT e Dynamite

Per la prima volta i due show delle due federazioni vanno in onda contemporaneamente. Fra match incredibili, ritorni e debutti, è stata una grande nottata di wrestling.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La notte del 2 ottobre è ufficialmente quella in cui è partita una nuova era nel mondo del wrestling, che per la prima volta dopo molti anni vede un confronto diretto fra due show di due major come la WWE e la neonata AEW: NXT e Dynamite hanno dato il via a una sfida che appassionerà tutti i fan in giro per il mondo.

Entrambe le puntate erano ricchissime di match molto attesi, con il brand giallonero made in Stamford che ha deliziato il pubblico presente alla Full Sail University con ben tre incontri per il titolo, mentre la Capital One Arena di Washington era strapiena di appassionati che hanno potuto godersi e conoscere gran parte del roster della nuova federazione.

Fra match fantastici, momenti shockanti, ritorni inattesi e debutti, nel primo mercoledì notte in cui WWE e AEW sono andati "testa a testa" di sicuro i vincitori sono stati tutti gli spettatori che hanno assistito a due show estremamente solidi.

Shayna Baszler vs. Candice LeRae a NXT
Shayna Baszler e Candice LeRae si sono sfidate per il titolo femminile di NXT

WWE NXT, puntata del 2 ottobre

Ad aprire la puntata di NXT del 2 ottobre è addirittura il match per il titolo mondiale fra Matt Riddle e il campione in carica Adam Cole. Sin dal suono della campana il ritmo è altissimo, con lo sfidante che fa valere subito la sua superiore forza fisica e prova a sfruttare l'infortunio del leader dell'Undisputed Era all'avambraccio.

Ma è proprio la fasciatura rigida alla mano che permette a Cole di mantenere il titolo dopo un appassionante incontro di quasi un quarto d'ora: il campione colpisce Riddle al volto e poi lo stende con il Last Shot per il contro di 3 finale.

Proprio mentre Cole festeggia con la cintura in mano però arriva la prima sorpresa della giornata: dallo stage parte la musica di Finn Balor, che dopo anni passati a RAW e Smackdown torna ufficialmente a NXT. Mettendo nel mirino proprio il titolo mondiale.

The Velveteen Dream sfida Roderick Strong

È il momento di un segmento con protagonista The Velveteen Dream, che sul suo ormai caratteristico divano lancia ufficialmente una sfida a Roderick Strong capace due settimane fa di strappargli il North American Championship.

Io Shirai vs. Mia Yim

Due delle lottatrici uscite sconfitte dal Fatal 4 Way che ha inaugurato la nuova era di NXT si sfidano in un match uno contro uno: ad avere la meglio è Io Shirai che riesce a sconfiggere Mia Yim con il suo bellissimo Moonsault dalla terza corda, continuando la sua striscia di vittorie.

Johnny Gargano vs. Shane Thorne

Dopo le provocazioni delle scorse puntate, è finalmente arrivato il momento della resa dei conti fra Johnny Gargano e Shane Thorne. Il match è particolarmente combattuto e l'australiano mette più volte in difficoltà l'ex campione NXT. Ma Johnny Wrestling riesce a stendere l'avversario con un lariat e lo finisce con un superkick per il conto di 3.

Shayna Baszler (c) vs. Candice LeRae

Secondo incontro titolato della serata, con Shayna Baszler (da tempo dominatrice della divisione femminile) che difende la cintura contro Candice LaRae. La campionessa, che prima dell'inizio del match manda le due compagne Duke e Shafir nel backstage, viene messa in difficoltà dalla dinamicità della sfidante che va a un passo dalla vittoria.

Ma il tentativo di Quebrada viene bloccato da Baszler che blocca l'avversaria nella sua letale Kirifuda Clutch: i tentativi di LaRea di sfuggire alla presa sono inutili, deve cedere con la Regina di Picche che si conferma campionessa.

Danny Burch vs Pete Dunne

È il turno di The Bruiserweight che sfida Danny Burch in un match particolarmente fisico: l'ex campione UK sbriga la pratica in meno di 8 minuti battendo l'avversario dopo la sua patentata Bitter End. Le sorprese non sono finite però perché dopo la campana, Dunne viene attaccato e steso da Damien Priest che ha messo gli occhi sul lottatore inglese lanciando ufficialmente il guanto di sfida.

The Undisputed Era (c) vs. The Street Profits

Il main event della serata è la rivincita fra O'Reilly e Fish e il team degli Street Profits (accompagnati nell'arena dal rapper Wale). Come i loro confronti precedenti, il match è intenso e veloce con un Montez Ford sugli scudi ma grazie anche all'interferenza di Roderick Strong, l'Undisputed Era vince dopo aver colpito Ford con l'High-Low mantendendo le cinture.

Sembra essere arrivato il momento del sipario ma è tempo di un'ultima, clamorosa sorpresa: mentre Adam Cole festeggiava i suoi compagni (detentori di tutte le cinture maschili di NXT) parte la musica di Tommaso Ciampa.

L'ex campione, che ha dovuto rendere vacante il titolo per un infortunio, è tornato e ha messo subito gli occhi sulla cintura che ha dovuto lasciare a malincuore lo scorso aprile. Con quest'ultima emozione si chiude la puntata di NXT.

AEW Dynamite, puntata del 2 ottobre

Cambiato totalmente pagina passando alla puntata di esordio di AEW Dynamite, in una Capital One Arena di Washington che ha fatto registrare il tutto esaurito per il debutto della federazione con sede a Jacksonville.

Cody vs. Sammy Guevara

Si parte subito col botto, con l'opener di giornata che vede Cody (primo sfidante al titolo mondiale di Chris Jericho) vedersela contro il giovane e talentuoso Sammy Guevara. The Best Ever si mette in mostra grazie alle sue incredibili capacità atletiche e usando anche tattiche scorrette come mettere in mezzo la moglie del suo avversario, Brandi.

Ma The American Nightmare non si fa sorprendere e vince il suo match di esordio a Dynamite neutralizzando una Shooting Star Press del suo avversario e schienandolo con un veloce Roll-Up per il conto di 3. Purtroppo per Cody dopo la campana Jericho lo attacca alle spalle e lo stende lanciando un chiaro messaggio in vista del loro match per il titolo mondiale AEW.

Brandon Cutler vs MJF

Brandon Cutler fa il suo ingresso nel ring e a sfidarlo è il detestabile ma carismatico Maxwell Jacob Friedman, che prima dell'inizio dell'incontro approfitta del microfono per insultare il suo avversario e i fan presenti sia nell'arena che davanti allo schermo. È Friedman a vincere l'incontro con un po' di furbizia dopo aver steso l'avversario e averlo fatto cedere applicando una Armbar.

Prima del prossimo match abbiamo un breve discorso dei So Cal Uncensored, pronti per l'inizio del torneo che decreterà i primi campioni Tag Team in AEW, ma SCU vengono interrotti dai Lucha Brothers che fanno immediatamente scattare una rissa.

"Hangman" Adam Page vs PAC

Il tanto atteso match fra Page e PAC si disputa finalmente dopo il rinvio di qualche mese fa: l'incontro è largamente dominato dal nativo di Newcastle che usa la sua forza fisica per togliere qualsiasi spazio di rivalsa all'avversario.

PAC però avrà bisogno di un colpo basso per battere Page, costretto a cedere dopo aver subito una Black Arrow e dopo che l'inglese lo blocca nella Brutalizer. Seconda vittoria consecutiva per "The Bastard" dopo quella contro Omega a All Out.

Riho vs Nyla Rose

Primo e unico match titolato della serata in AEW, Riho sfida Nyla Rose per decidere chi sarà la prima campionessa femminile: Rose sfrutta la sua stazza per mettere alle corde la giapponese che però mostra una tenacia incredibile rispondendo colpo su colpo e non affondando anche quando sembra tutto perduto.

Proprio Riho riesce a vincere il match grazie a una devastante ginocchiata in corsa che mette al tappeto Nyla Rose e permette alla giovanissima lottatrice di diventare la prima detentrice del titolo femminile in AEW. Questo non la salva da un selvaggio pestaggio dopo il match, interrotto però da Kenny Omega.

The Elite vs. Chris Jericho, Santana and Ortiz

Main event con Kenny Omega e i fratelli Matt e Nick Jackson che se la vedono con il team composto da Chris Jericho, Santana e Ortiz in un match 3 contro 3. La parità numerica però dura ben poco perché ad attaccare Omega arriva un rientrante Jon Moxley che malmena il leader dell'Elite connettendo anche con il suo Paradigm Shift attraverso un tavolo di vetro.

Gli Young Bucks sono lasciati da soli contro il team avversari ma soffrono l'uomo in meno, con Jericho che colpisce Nick con la sua Judas Effect trovando lo schienamento decisivo. Dopo la vittoria però c'è tempo per un'altra sorpresa.

Dopo il suono della campana scoppia infatti una furiosa rissa fra i lottatori coinvolti nel match e non solo: ad aiutare i Bucks accorrono Cody e suo fratello Dusty, ma a far saltare il banco c'è Sammy Guevara e soprattutto il debutto in AEW di Jake Hager (ex WWE e Bellator) che si allea con Jericho abbattendo tutti i suoi rivali prima della chiusura della puntata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.