Inter, Conte: "La sconfitta deve farci soffrire. Vogliamo rispetto"

Le parole del tecnico nerazzurro dopo la partita persa 2-1 contro i blaugrana.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Al termine di Barcellona-Inter, gara valida per la seconda giornata della fase a gironi di Champions League che ha visto i blaugrana imporsi per 2-1 in rimonta, ha parlato così Antonio Conte ai microfoni di Sky Sport: 

I complimenti dopo una partita del genere non fanno bene. Meritavamo molto di più, dovevamo concretizzare le occasioni create nel primo tempo. Abbiamo messo in difficoltà il Barcellona, poi nel secondo tempo loro hanno spinto e noi siamo calati fisicamente. Ma d'altronde è la sesta partita in pochi giorni, alcuni giocatori hanno speso tantissimo

Poi una polemica neanche troppo velata: 

Sono amareggiato perché ho visto alcune situazioni indirizzate in una certa maniera e questo mi dispiace. Il riferimento è a tante cose che non mi sono piaciute fin dall'inizio, non mi va neanche di parlarne. La sensazione che abbiamo avuto fin dall'inizio è stata questa. Cosa mi ha detto Skomina quando mi ha ammonito? Mi ha detto che alla prossima mi avrebbe mandato via. Io ricordo che sulla casacca degli arbitri c'è scritto rispetto, io ho chiesto rispetto. Loro devono avere rispetto di chi viene qui a giocare a calcio. Il rispetto deve essere reciproco, da parte loro e da parte nostra. Mi porto dietro una sensazione di amarezza perché parliamo di un arbitro internazionale che ha esperienza e che ha diretto l'ultima finale di Champions League. Non è uno che si fa condizionare. Ma non voglio dare alibi, parlo di una mia sensazione

Il tecnico ha proseguito: 

La partita è stata ben giocata, abbiamo dimostrato di saper mettere in difficoltà il Barcellona. Dovevamo ammazzare la partita nel primo tempo. Poi la loro qualità è emersa e noi siamo calati, ci siamo abbassati. Il risultato non è giusto. Poi il Barcellona è il Barcellona, ha grandi campioni. Lecchiamoci le ferite e prepariamoci per la Juve. Loro ci hanno fatto correre ma anche noi abbiamo fatto lo stesso. Al Camp Nou succede di pagare dazio. A me viene difficile essere positivo quando si perde, io la sconfitta la soffro. Loro hanno chiuso col 63% di possesso palla? Il nostro possesso era finalizzato a fare male, loro volevano tenere palla

Infine ha concluso:

I ragazzi hanno dato tutto e dimostrato personalità, ma alla fine abbiamo perso. Dobbiamo migliorare ancora per cercare di non soffrire come ora. La sconfitta deve farci male, altrimenti non si diventa una grande squadra. La situazione in Champions è compromessa, se vogliamo crescere dobbiamo tornare a casa arrabbiati. La sconfitta è immeritata, continuiamo a lavorare. Stiamo costruendo qualcosa, abbiamo appena iniziato un percorso e ci sono tanti ragazzi che non avevano mai giocato in Champions League

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.