Calcio, in Canada lo stadio del futuro lo hanno fatto in legno

Il Pacific FC può vantare il primo impianto costruito in legno realizzato da un'azienda italiana. Struttura a basso impatto ambientale. E in Italia qualcuno ci aveva già pensato.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Un’idea green? Lo stadio in legno. Ecco la novità che arriva direttamente dal Canada. Il Westhills Stadium è la casa del Pacific FC, una delle fondatrici della Lega. L'impianto da qualche settimana fa parlare di sé per la sua realizzazione a basso impatto ambientale.

L’azienda italiana Rubner Holzbau, leader delle costruzioni in legno lamellare in Europa, in collaborazione con la Bear Stadiums, società di advisor e design, ha ideato e realizzato in soli 5 mesi uno stadio interamente in legno, confortevole e a basso impatto ambientale. Capienza di 5500 spettator: verrà usato per il calcio, rugby e concerti.

E non è finita: previsto anche un progetto per aumentarne la grandezza, portando così la capienza totale a 8mila posti. I nuovi lavori dovrebbero iniziare nella primavera del 2020. E pensare che in Italia qualcuno ci aveva già pensato.

Canada, lo stadio realizzato in legno lamellare
Canada, lo stadio realizzato in legno del Pacific FC

Canada, il nuovo stadio ora si fa in… legno

In un mondo del calcio sempre più pieno (tranne che in Italia) di stadi ultra moderni fatti di cemento e acciaio, in Canada hanno invece deciso di costruirne uno in legno. Sono dei pazzi? Niente affatto. Ecco il Westhills Stadium di Langford, casa del Pacific FC: 5.500 posti, 18 skybox, bar, servizi e due tribune grandi. Tutto realizzato con legno lamellare. Lo presenta l’ingegner Raffaele Di Domenico della Rubner Holzbau:

Questo impianto è la dimostrazione concreta di un modo nuovo di costruire le strutture sportive del futuro. Il legno è un materiale da costruzione che permette di avere una struttura sicura e leggera; e quello utilizzato da Rubner è certificato e proviene da foreste a gestione sostenibile

Il disegno è opera di Jaime Manca di Villahermosa, che ha detto:

La Canadian Premium League ha preso in considerazione questo sogno che è diventato realtà grazie all’impegno collaborativo tra tutte le parti ed ha aperto la strada per la costruzione di stadi ecosostenibili in quest’area geografica che ospiterà la Coppa del Mondo di calcio 2026.

Canada, lo stadio realizzato in legno lamellare
Canada, lo stadio realizzato in legno: la tribuna centrale

Una struttura in legno come quella canadese riduce fortemente le emissioni di gas serra, il consumo energetico e minimizza l’impatto paesaggistico. E pensare che l’architetto Jaime Manca di Villahermosa è un amico dell’attuale presidente del Brescia, Massimo Cellino. Il numero del club aveva pensato ad una struttura così per il nuovo stadio. Ma anche in passato, da patron del Cagliari, aveva caldeggiato l’ipotesi di una struttura simile durante l’esilio dei sardi a Is Arenas. Ma il parere contrario delle istituzioni, fin qui, ha sempre bloccato tutto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.