La Juventus non si rassegna: un altro ricorso per calciopoli

Il club bianconero ha presentato un altro ricorso presso il Collegio di Garanzia dello Sport contro la sentenza della Corte Federale di Appello della FIGC del 30 agosto scorso.

Andrea Agnelli

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'Avvocato era uomo di mondo, sapeva che le sentenze definitive, espletati tutti i gradi di giudizio, vanno accettate e su Calciopoli si sarebbe limitato a qualcuna delle sue battute fulminanti, quelle che lo facevano amare un po' da tutti. Ma il nipote Andrea Agnelli, figlio di Umberto, ha dna da tifoso vero e non si rassegna a quella che ritiene una vera e propria ingiustizia perpetrata ai danni della sua Juventus.

Al nipote di Gianni, infatti, non è mai andata giù tutta la vicenda di Calciopoli, ma passi - anche se non del tutto - per quei due scudetti revocati, però il fatto che il secondo, quello della stagione 2005-06, fosse stato assegnato agli acerrimi rivali dell'Inter - per giunta classificatisi terzi al termine di quel campionato - non è proprio mai riuscito ad accettarlo.

Si è ormai perso il conto dei ricorsi presentati dalla Juventus in tutte le sedi e in tutti i gradi possibili, tutti con identica sorte. Sempre negativa per il club di corso Galileo Ferraris. Ma Calciopoli è ed evidentemente rimane una ferita aperta e profonda per la dirigenza bianconera e soprattutto impossibile da accettare con serenità.

Andrea Agnelli
La Juventus ha deciso di presentare un altro ricorso contro lo scudetto 2005-06 assegnato all'Inter

Juventus: altro ricorso per Calciopoli

Non c'è pace, insomma in quella vicenda che nell'estate dei Mondiali - con quella storica vittoria che sembrava poter aiutare a dare serenità in qualche modo a un calcio italiano attonito e ferito - aveva scosso coscienze e tifoserie. Una pace, invece, che continua a non arrivare. È di questi giorni, infatti, la notizia che la Juventus ha presentato un altro ricorso presso il Collegio di Garanzia dello Sport contro la sentenza della Corte Federale di Appello della FIGC del 30 agosto scorso che ne rigettava le richieste.

Juventus, Vieira e Ibrahimovic
Juventus: Vieira e Ibrahimovic passarono all'Inter subito dopo calciopoli

C'è da dire che lo stesso Collegio si era pronunciato non più tardi dello scorso 6 maggio, chiarendo in quella sede come non ci fossero più spazi d'impugnazione di fronte alla giustizia sportiva. Mentre nel dicembre 2018 era stata la Corte di Cassazione a chiudere il procedimento di fronte alla giustizia ordinaria, sempre rigettando le richieste del club bianconero. Ora la Juventus ha comunque deciso di tornare al Collegio di garanzia: entro 30 giorni dovrebbe essere fissata l'udienza.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.