Grosseto, insulta Greta Thunberg su Facebook: allenatore licenziato

Un allenatore delle giovanili del club toscano aveva insultato la 16enne sui social: "Questa tr...! 16 anni può andare a battere, l’età l’ha!". Licenziato, poi le scuse in una lettera.

Greta Thunberg, giovanissima attivista svedese offesa sui social da un allenatore del Grosseto

0 condivisioni 0 commenti

di -

Share

Facebook, si sa, è ormai equivalente a una grande piazza. Dove tutti hanno il diritto e la possibilità di dire la loro, ma al tempo stesso hanno il dovere di rispettare il genere umano e attenersi alle norme della società civile. Chi non lo fa, può essere segnalato o "bannato" dai social e in alcuni casi anche licenziato dal luogo di lavoro. Quello reale, si intende: è quanto successo a Grosseto.

Protagonista del licenziamento maturato dopo pesanti offese rivolte in rete è stato Tommaso Casalini, uno degli allenatori delle giovanili del Grosseto, club toscano la cui prima squadra gioca nel girone E di Serie D. L'uomo, come riportato dalla Gazzetta dello Sport, pochi giorni fa aveva attaccato con parole fuori luogo ed estremamente offensive Greta Thunberg, giovanissima attivista che con i suoi 16 anni e le sue battaglie a difesa dell'ambiente e dello sviluppo sostenibile è diventata famosa in tutto il mondo.

Un'azione, quella della Thurnberg, che ha turbato evidentemente la mente di Casalini, offuscandone i pensieri. Fino a portare l'allenatore del settore giovanile del club toscano a esprimersi così su Facebook nei confronti della 16enne Greta.

Questa tr...! 16 anni può andare a battere, l’età l’ha!

Greta Thunberg impegnata in una manifestazione a tutela dell'ambiente
Greta Thunberg durante una manifestazione a tutela dell'ambiente

Offende Greta sui social, allenatore licenziato a Grosseto: "Ci dissociamo del tutto"

Insulti sessisti, inaccettabili per tutti. Compreso il club del Grosseto, che con una nota ufficiale ha comunicato il sollevamento di Casalini dall'incarico:

In seguito a quanto apparso sui social, l’Unione Sportiva Grosseto 1912 comunica il licenziamento del vice allenatore dei Giovanissimi A, Tommaso Casalini, per un comportamento non consono alla linea tracciata dalla società che punta sui valori morali prima ancora che sui valori tecnici. Vista la gravità di quanto affermato dal signor Casalini, la società ha provveduto a sollevare lo stesso dall’incarico con effetto immediato, dissociandosi completamente dalle affermazioni lette su Facebook, riservandosi di procedere per vie legali per tutelare la propria immagine nelle sedi opportune.

Le scuse di Casalini: "Momento di rabbia"

Un errore pagato a caro prezzo, con un danno professionale e di immagine. Casalini ha fornito la sua versione dei fatti in una lettera, diffusa dal portale Grossetosport.com:

Si è trattato di un'esternazione scritta in un mio momento di rabbia contro la giovane attivista svedese con un linguaggio assolutamente sbagliato e con un contenuto del quale mi pento. Non ho mai pensato né potrei pensare davvero certe cose, a maggior ragione di una minorenne.

Una spiegazione, più che una giustificazione. Complicata da trovare per chi, seppure in un momento di rabbia, si scaglia con termini così violenti e offensivi verso una minorenne. Casalini ha dimostrato consapevolezza del suo errore, assumendosi la responsabilità dei suoi errori:

 
Accetto di buon grado la decisione dell’Us Grosseto di sollevarmi dal mio ruolo di vice-allenatore dei Giovanissimi A e mi scuso col sodalizio biancorosso per l’evidente imbarazzo provocato col mio gesto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.