Nuovo stadio Milano, il sindaco Sala: "Non lo sto boicottando"

A margine della presentazione di un evento con Engie per rendere la città ancora più verde, c'è spazio per parlare dei progetti presentati da Milan e Inter.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dopo la presentazione dei due potenziali progetti per il nuovo stadio di Milan e Inter, si è riacceso inevitabilmente il dibattito sui favorevoli e i contrari all'abbattimento di San Siro in favore della nascita di un nuovo impianto.

Tra i "romantici" legati al vecchio Giuseppe Meazza c'è sempre stato anche il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, che in passato non ha mai nascosto quale fosse la sua speranza, slegandola però dai suoi compiti istituzionali. Lo ha ribadito anche a margine del Forum ENGIE GREEN FRIDAY che si è tenuto  a Milano - nell’ambito della GREEN WEEK - questa mattina e che punta a portare molto più verde nella città: 

Un progetto che mira a piante 3 milioni di alberi da qui al 2030, a livello di città metropolitana. Stiamo raccogliendo interesse di privati e aziende, perché il comune da solo ne farebbe una quota. Engie offre 100mila euro per piantare alcuni di questi 3 milioni di alberi. Questo progetto mette insieme la capacità di costruire una società del futuro, nel nostro caso basato sulla città, dove gruppi urbanistici, i sistemi di mobilità e il verde costruiscono un ambiente più gradevole. Ma soprattutto accetta la sfida della contemporaneità e quindi di apertura e internazionalizzazione. Una sfida politica importante, non tutti sono d'accordo.

Nuovo stadio Milano, parla il sindaco Sala
Il sindaco Sala parla del nuovo stadio di Milano

Nuovo stadio Milano, il sindaco: "Non lo sto boicottando"

E che potrebbe rientrare appunto anche nel discorso relativo ai progetti del possibile nuovo stadio di Milan e Inter:

Bisognerebbe fare un punto chiaro, non sto boicottando la costruzione del nuovo stadio. Ho deciso di mettere la mia nostalgia per San Siro da parte, perché altrimenti non sarei un buon sindaco. Farò solo rispettare le regole. Nelle regole ci sono oggettivamente "quanto si costruirà e come", e certamente il profilo ambientale sarà fondamentale. Stiamo partendo con la presentazione alla città di quella che è la realtà di questi progetti. Ci saranno discussioni nel consiglio comunale e poi credo che nel giro di qualche settimana si debba arrivare a una sintesi. Perché questa discussione, se non arriva a una sintesi, poi trascinata dopo fa male. Meglio che in tempi non lunghissimi si arrivi a definire un punto di arrivo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.