Nizza, Dolberg e il furto dell'orologio: cacciato il colpevole

Il giovane Lamine Diaby-Fadiga, responsabile del furto dell'orologio dell'attaccante danese, non è più un giocatore del Nizza

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Un furto che ha fatto rumore. Parliamo dell'orologio da 70 mila euro di Kasper Dolberg, attaccante del Nizza, sparito durante un allenamento del club francese. Ora però il caso è finalmente risolto.

Il colpevole è Lamine Diaby-Fadiga, 18enne giocatore in forza nella Primavera nizzarda che ha già all'attivo 6 presenze in prima squadra. Diaby-Fadiga, che ha ammesso il furto e ha restituito a Dolberg la somma corrispondente al valore dell'orologio, è entrato negli spogliatoi durante una seduta d'allenamento dei ragazzi di Patrick Vieira, andando a frugare a colpo sicuro.

La decisione del Nizza non si è fatta attendere ed è stata annunciata in un comunicato: 

Lamine Diaby-Fadiga non è più un giocatore del Nizza. In seguito alla confessione del giocatore, il club ha deciso di risolvere il contratto dell'attaccante. Una rottura con effetto immediato. Al di là di ogni considerazione sportiva e finanziaria, il Nizza non può permettersi di accettare un simile comportamento. Ne va della credibilità e della fiducia che unisce tutti i nostri giocatori e, più in generale, tutti i membri della nostra famiglia rossonera

Diaby-Fadiga ha però già trovato una nuova squadra: il classe 2001 - riporta L'Equipe - sta infatti per firmare col Paris FC, squadra che milita in Ligue 2. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.