NFL: Brady e Patriots inarrestabili, spettacolo Mahomes e Kamara

Niners, Bills, Lions e Packers hanno cambiato marcia e sono imbattute, Patriots, Chiefs e Rams continuano a vincere.

Il QB dei Chiefs incanta l'NFL

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La stagione NFL, dopo aver avuto un fine estate piuttosto burrascoso con la querelle di Antonio Brown, che ha fatto ancora parlare di sè dicendo che non giocherà più nella lega perchè i proprietari hanno la facoltà unilaterale di invalidare i contratti, è arrivata alla terza giornata e sebbene ci siano poche conferme reali rispetto ai pronostici prestagionali, sta abbracciando molte sorprese, alcune delle quali che hanno fatto la storia.

Daniel Jones, quarterback dei New York Giants, ieri ha compiuto la prima rimonta vincente da -18 nella storia recente dei Giants, perchè l'impietosa statistica dice che Eli Manning in 44 partite non era mai riuscito a compiere tale comeback. Jones lo ha fatto con quattro TD (equamente distribuiti tra corsa e lanci) di cui uno veramente millimetrico per Sheppard. Diventa così il primo rookie dal 1970 a lanciare per 300 yards, con due TD su lancio e due su corsa.

Se cerchiamo conferme invece non possiamo uscire dai nomi di Alvin Kamara e Christian McCaffrey. Il primo ha fatturato 161 yards e due touchdown nella sua dominante prova contro i Seattle Seahawks fatta di elusività, difensori mandati al bar e yard guadagnate anche quando non ce ne fossero i presupposti. I Saints, anche senza Brees, che infortunatosi alla mano destra e in faccia dopo essersi fatto la barba con la sinistra, hanno comunque inflitto a Seattle la prima sconfitta interna nel mese di settembre dell'era Pete Carroll. Discorso analogo per Christian McCaffrey che senza Cam Newton, fermato ai box da infortuni noiosi, ha portato i suoi alla vittoria sul campo di Arizona, ovvero la seconda dopo dieci sconfitte in undici partite tra scorsa e corrente stagione. La sua corsa da 76 yards ha messo la parola fine al match.

Altro record per Brady
Patriots impenetrabili in difesa

NFL: i Patriots fanno i Patriots e Brady il Brady

Di sicuro il fatto di giocare in una delle peggiori division della NFL aiuta non poco, ma i Patriots non hanno fatto prigionieri in queste tre partite rimanendo imbattuti e pattinando via in modo quasi impercettibile sulla questione Antonio Brown. Sono infatti la prima squadra nella storia NFL da quando esiste il Super Bowl, in grado di non concedere neanche un TD di corsa o di lancio nelle prime tre partite di stagione, allungando addirittura a cinque partite (se contiamo la scorsa post season) la striscia in cui hanno lasciato a zero punti gli avversari nel primo tempo.

Quando ovviamente si parla di Patriots è impossibile non trovare un nuovo record infranto da Tom Brady. Il pluri MVP ha lanciato per 306 yards e due touhdown inanellando la settantunesima partita con più di 300 yards aeree e raggiungendo il secondo gradino del podio storico scalzando Peyton Manning, sebbene il primo, Drew Brees, sia inarrivabile a quota 93. Poi ogni settimana bisogna aprire una nuova parentesi sul suo rivale principale Patrick Mahomes, che ha prodotto un'altra partita da oltre 300 yards e 136 di passer rating. Dopo le prime venti partite di carriera nessuno ha avuto più yards lanciate (6576), TD lanciati (60) e passer rating (115.3 con minimo di 100 lanci) nella storia della lega e questa volta vuole farsi trovare pronto all'eventuale showdown con il veterano dopo aver battuto un'altra rising star come Lamar Jackson.

San Francisco torna a sorridere sul 3-0
Tanti pasticci ma tre vittorie

Le sorprese imbattute

Ci sono diverse squadre che hanno completamente girato la vite del rendimento rispetto alla scorsa stagione, infatti 49ers, Packers, Lions e Bills sono quattro squadre che non hanno fatto i playoffs nella scorsa stagione, ma ora sono imbattute. Chi invece sembra davvero al capolinea del proprio ciclo è Pittsburgh, che non è riuscita a battere i 49ers nonostante Garoppolo e compagni abbiano perso ben cinque palloni nel match. Nota di costume invece per i Miami Dolphins e il loro disastroso inizio di stagione da -117 punti di differenziale dopo 3 partite. Per trovare chi ha fatto peggio di loro bisogna tornare al 1922 e al 1923.

A infliggere loro un'altra sonora sconfitta è stata Dallas che, senza molte luci della ribalta, domina la NFC East ancora imbattuta e intenzionata a piazzare una fuga già decisiva, visto che gli Eagles sono stati in grado di suicidarsi in casa contro i Lions a causa di ben sette passaggi droppati (alcuni anche in endzone) facendo pesare ancor di più l'assenza di Jeffrey e Jackson. Continuano a vincere i Rams e i Chiefs che si confermano ad alto livello, così come i Texans che sbancano Los Angeles sponda Chargers e dimostrano ancora una volta che Watson sa come si vince. La stagione comincia a scaldare i motori e nelle prossime settimane avremo sempre più la percezione dei veri valori in campo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.